CREDITO SPORTIVO: CHITI, RICORREREMO A CORTE COSTITUZIONALE
CREDITO SPORTIVO: CHITI, RICORREREMO A CORTE COSTITUZIONALE

Roma, 20 gen - (Adnkronos) - ''E' la legge a stabilire che si debba provvedere al riordino dell'Istituto per il credito sportivo, garantendo una adeguata presenza nell'organo di amministrazione di rappresentanti delle regioni e delle autonomie locali. E non e' quindi una 'rivendicazione' improvvisa della Conferenza delle Regioni''. Ad ricordarlo oggi, presiedendo la Conferenza delle Regioni, e' Vannino Chiti, che sottolinea anche come sia ''sempre la legge che individua proprio nel regolamento lo strumento con il quale adempiere a tale indicazione. Tra governo e Regioni, ci sono stati poi numerosi contatti proprio per concertare e predisporre il regolamento''.

''E allora -si chiede Chiti- perche' il govreno ha avuto tanta fretta nel rinnovare il Consiglio di amministrazione con il vecchio regolamento quando si poteva attendere tranquillamente il varo del nuovo?''. Secondo Chiti, c'e' stata ''una chiara violazione del principio, piu' volte ribadito dalla Corte Costituzionale di 'leale cooperazione' fra Stato e regioni'', e ''tutto cio' e' sufficiente per sollevare un conflitto di attribuzione di fronte alla Corte Costituzionale''.

(Sin-Lee/Rs/Adnkronos)