NOTIZIE FLASH: 3/A EDIZIONE (2) - L'ESTERO
NOTIZIE FLASH: 3/A EDIZIONE (2) - L'ESTERO

Pechino. La Cina continua la sua pesante campagna di repressione contro i cattolici, non legati al governo, contro i membri del movimento Falun Gong e contro dissidenti e attivisti democratici. Le autorita' cinesi della provincia settentrionale dello Hebei hanno arrestato cinque alti prelati della Chiesa cattolica, definita clandestina ed illegale perche' non registrata presso l'associazione governativa delle religioni. Tra gli arrestati vi e' anche Han Dingxiang, vescovo della diocesi di Yongnian, che ha gia' trascorso 20 anni nelle carceri cinesi. La fondazione americana del Cardinale Kung ha riferito che il 63enne vescovo Han e' stato arrestato il primo dicembre scorso e da allora non si hanno piu' sue notizie.

Freetown. L'ex leader guerrigliero Foday Sankoh, oggi a capo della Commissione per le risorse strategiche (Src) di Freetown, ha ordinato la cessazione immediata dell'estrazione dei diamanti in Sierra Leone. Sankoh, capo del Ruf (Fronte rivoluzionario unito), ha anche annunciato la revoca a partire da oggi di tutte le concessioni minerarie rilasciate dalle autorita'. Le nuove concessioni saranno rilasciate solo dopo che la Src avra' completato il riesame dell'intera industria mineraria diamantifera in Sierra Leone previsto dagli accordi di pace firmati nel luglio 1999 a Lome, Togo, con il governo del presidente Ahmed Tejan Kabbah. Il contrabbando dei diamanti ha finanziato il Ruf sin dallo scoppio nel 1991 della guerra civile contro il governo di Freetown, un conflitto costato 200mila morti, e le pietre continuano a finanziare i guerriglieri che non hanno ancora deposto le armi.

Vienna. Balza in alto il prezzo del greggio. L'Opec ha annunciato un aumento del prezzo del petrolio al barile di oltre due dollari questa settimana, passando ai 25,58 dollari per barile, in rialzo rispetto ai 23,47 della settimana precedente. Il prezzo del petrolio Opec era salito sino a 26,66 dollari al barile. Nel 1999 il petrolio dei paesi Opec e' costato in media 17,47 dollari al barile.

Ankara. Ancora un macabro ritrovamento in Turchia. La polizia ha scoperto oggi altri due cadaveri di persone rapite e uccise dal movimento degli Hezbollah nella citta' meridionale di Adana e nei pressi di Tarso. Sale cosi' a 33 il numero dei corpi rinvenuti negli ultimi giorni: tra questi quello della famosa scrittrice turca Konca Kuris. Al momento non e' stata ancora fornita una spiegazione ufficiale dei delitti, ma sono in molti a ritenere che i fondamentalisti del ''Partito di Dio'' rapissero e uccidessero per impossessarsi delle carte di credito delle loro vittime. Prova ne sarebbe che la maggior parte degli uomini assassinati erano imprenditori. Ma alcuni potrebbero essere stati uccisi anche perche' troppo lontani dall'Islam.

Ratchaburi. Il commando di guerriglieri birmani Karen che ha occupato un ospedale in Thailandia ha liberato otto persone: sei anziani, una donna incinta ed un bambino di cinque anni. I guerriglieri appartenenti all'etnia Karen, hanno fatto irruzione nell'ospedale alla periferia ovest di Bangkok, prendendo in ostaggio oltre 200 persone tra pazienti, personale medico e bambini. La liberazione e' stata effettuata in cambio di cibo. I guerriglieri dell'organizzazione ''Esercito di Dio'', hanno chiesto all'esercito thailandese di non bombardare postazioni dell'organizzazione, di processare colui che ha ordinato di sparare, che vengano curati i loro compagni feriti e che sia concesso loro di oltrepassare il confine tra la Thailandia e la Birmania.

Mosca. Le perdite russe in Cecenia sarebbero dieci volte superiori alle cifre ufficiali fornite da Mosca. A rivelarlo e' stata la televisione Ntv, secondo cui, ogni giorno, tra i 30 e i 50 cadaveri di soldati russi vengono portati nell'obitorio del quartier generale delle truppe federali a Mozdok, nell'Ossezia del Nord. Il dubbio che il numero delle vittime russe nell'offensiva nella repubblica separatista caucasica non corrispondesse alla verita' era emerso gia' nei giorni scorsi, dopo le denunce dell'Associazione delle madri dei soldati, che aveva parlato di tremila morti, contro i 900 ammessi dai vertici militari. (segue)

(Sin/Zn/Adnkronos)