DANZA: MERCOLEDI' IN SCENA LA SCUOLA DELL'OPERA DI ROMA
DANZA: MERCOLEDI' IN SCENA LA SCUOLA DELL'OPERA DI ROMA

Roma, 24 gen. (Adnkronos) - Primo appuntamento dell'anno per la Scuola di danza del Teatro dell'Opera di Roma. Mercoledi' prossimo al Nazionale (Sala Milloss) in programma un Trittico di balletti comprendente ''Preludi e fughe'', composto da Floris Alexander su brani di Bach, ''L'apres-midi d'un faune'' firmato da Amedeo Amodio sull'omonima partitura di Debussy (protagonisti i primi ballerini del Corpo di ballo del Teatro dell'Opera di Roma diretto dallo stesso Amodio), il ''Pulcinella'' stravinskiano creato da Massimo Moricone per un gruppo di danzatori, orchestra, mezzosoprano, tenore e basso.

Dopo la chiusura scongiurata la scorsa estate, i giovani danzatori guidati dall'energica e volitiva Elisabetta Terabust (dalla prossima stagione alla testa di Maggio Danza, la Compagnia di Balletto del Teatro Comunale di Firenze), ritornano ad esibirsi in un appuntamento che mette in luce le qualita' e l'eclettismo del complesso romano. Dall'astrattismo coreografico dei ''Preludi'' bachiani, di chiara ascendenza balanchiniana, alla concretezza sinfonica di ''Pulcinella'', uno dei capolavori del '900 musicale europeo.

''Una creazione -spiega Moricone- che esplora non solo il dato coreografico, ma utilizza la voce come elemento pulsore dello spettacolo. Riconducendo il racconto stravinskiano ad una rappresentazione di codici comportamentali. Clowneschi, ironici, intriganti, semplici storie d'amore o intrighi ad alta tensione''.

''L'apres-midi d'un faune'' nella versione di Amodio (la prima al Festival di Spoleto nel 1971) prende le distanze dal balletto originale di Nijinsky trascritto sul celebre poema di Mallarme' (anno di nascita 1912). Il fauno innamorato e la ninfa, che inutilmente tenta di avvicinare, non sono che un pallido ricordo. Il coreografo e regista milanese, dimentica atmosfere e miraggi simbolisti. I suoi protagonisti sono attraversati da un'aura incandescente, che diventa esplosiva durante l'incontro d'amore, per poi dissolversi, come un sogno, alle luci dell'alba.

Lo spettacolo sara' replicato al Nazionale il 27 gennaio (ore 11, mattinee' per le scuole), 28 (ore 20,30), 29 (ore 18), 30 (ore 16,30).

(Cap/Pe/Adnkronos)