RADIORAI 3: ''TEATRI ALLA RADIO - EUROPA OGGI'' (8)
RADIORAI 3: ''TEATRI ALLA RADIO - EUROPA OGGI'' (8)

(Adnkronos) -

Botho Strauss, ''Il tempo e la stanza'' Traduzione Roberto Menin Musiche a cura di Renato Rinaldi

Regia Elio De Capitani

Interpreti: Corrado Pani (Julius), Massimo Popolizio (Olaf), Marina Confalone (Marie), Luciano Virgilio (Frank Arnold), Salvatore Landolina (L'uomo senza orologio), Elena Callegari (L'impaziente), Pia Lanciotti (L'addormentata), Alberto Manciotti (Uomo in cappotto), Alessandro Quattro (Il perfetto sconosciuto), Marina Confalone (La colonna)

Registrazione e montaggio: Milano, settembre/ottobre 1999 Dur. Tot. 1h.29'49"

LA TRAMA

Sono, il tempo e la stanza, come dice il titolo, i protagonisti di questa commedia di Botho Strauss, enigmatica quanto teatrale, che ha attratto registi di prim'ordine come Luc Bondy, Patrice Chereau e Ingmar Bergman in messinscene tra loro diversissime. E' una storia che non e' una storia quella che vede al centro la continuita' della vita quotidiana di una coppia omosessuale di eta' dispari, sempre tesa a guardare fuori dalla finestra della loro stanza, visitata con insistenza da apparizioni, mutando anche di arredamento. In particolare torna piu' volte una certa Marie Stember, che vive successive trasformazioni in un rinnovarsi di rapporti che la portano perfino a dialogare con una colonna che della stanza, forse, incarna l'anima. La storia puo' sommare vicende svolte in quell'ambiente negli anni, ma anche esprimere segni e ossessioni di esistenze di passaggio che si sfiorano e vicendevolmente si opprimono, offrendoci una metafora delle solitudini affollatissime delle nostre vite. (segue)

(Com/Zn/Adnkronos)