NOTIZIE FLASH: 2/A EDIZIONE (3) - L'INTERNO
NOTIZIE FLASH: 2/A EDIZIONE (3) - L'INTERNO

Roma. Alleanza nazionale non ha ''nulla a che spartire'' con il leader nazionalista austriaco Haider. Lo ha affermato il presidente di An Gianfranco Fini, che ha anche aggiunto che An non ha nulla a che vedere con il leader nazionalista austriaco ''a tal punto che nel Parlamento europeo siamo in gruppi diversi". Poi ha aggiunto: ''Sono in buona compagnia quando dico che l'Unione europea ha compiuto un passo che alla fine ha finito per agevolare Haider, perche' il governo e' nato subito e soprattutto perche' gli austriaci non possono accettare di essere considerati un paese europeo a sovranita' limitata''.

Roma.In una lettera inviata questa mattina ad Arturo Parisi e Walter Veltroni, Mario Segni ha proposto la formazione di Comitati unitari con Ds e Democratici in tutte le province in vista della campagna per il maggioritario. ''Ci sono referendum che legittimamente ci vedono su posizioni diverse -scrive il presidente del Comitato promotore del referendum elettorale- ma ce n'e' uno in cui la vera divisione e' tra riformisti e conservatori, tra chi vuole rendere l'Italia piu' stabile, piu' moderna, piu' europea e chi rimpiange l'italietta della prima repubblica e lo strapotere dei segretari di partito. Questo e' il referendum elettorale. Dobbiamo creare una grande alleanza dei riformatori. In questo referendum non vince la destra o la sinistra, deve vincere l'Italia''.

Roma. ''Il processo dell'unita' socialista potra' incontrare ostacoli e delle difficolta', ma esso e' il fine verso il quale devono guardare con interesse tutti coloro che intendono ricostruire una forza socialista autonoma. Il Psi non c'e' piu', letteralmente spazzato via dalla violenza giudiziaria ed in parte autodistrutto''. In una nota, Bobo Craxi fa appello allo Sdi, convinto che tutte le forze che ''fanno ancora riferimento ed esso avrebbero l'interesse a trovare un punto di incontro e di unita' e la Lega socialista e' una di queste''. Quindi, i ''compagni socialisti riflettano su questa grande opportunita': unita' politica e unita' d'azione non possono essere ottenute attravreso frettolosi proponimenti, l'obiettivo ambizioso che ci siamo proposti dovra' essere perseguito con pazienza e tenacia, senza pregiudizi, scomuniche e anatemi''.

Roma. Il vicepresidente dello Sdi Ugo Intini chiede di ''evitare spaccature e drammatizzazioni''. ''Non si puo' chiedere l'unita' socialista e dividere l'unico partito socialista realmente visibile e presente nelle istituzioni, danneggiando il lavoro di anni -osserva- Abbiamo appena concluso all'unanimita' il congresso di Fiuggi, abbiamo di fronte le elezioni regionali. Martelli afferma di non volere l'alleanza con la destra, quindi non vedo motivi insuperabili di contrasto. In un partito pluralista come quello socialista, infatti, non e' d'obbligo voler stare con il centro sinistra, e' d'obbligo non voler stare con la destra. Cossiga puo' forse pensarla diversamente, e in tal caso avrebbe fatto bene a dircelo prima, ma, a differenza nostra, non fa parte dell'Internazionale socialista''.

Milano. L'amministratore delegato di Tiscali, Renato Soru nega ogni interesse su Olivetti e sulla finanziaria Bell. ''Non ci interessa -ha dichiarato Soru a margine di un convegno all'universita' Bocconi, di Milano- nella maniera piu' assoluta''. Le voci di un possibile rafforzamento di Tiscali attraverso l'acquisizione di partecipazioni azionarie in Olivetti (o in altre societ? del settore) circolano da alcuni giorni, a seguito dei successi registrati in Borsa. Soru non si e', invece, espresso su una possibile operazione di split (frazionamento azionario) di Tiscali. (segue)

(Sin-Lee/Zn/Adnkronos)