NOTIZIE FLASH: 2/A EDIZIONE (4) - LA CRONACA
NOTIZIE FLASH: 2/A EDIZIONE (4) - LA CRONACA

Roma. Restano in carcere Massimo Simonelli e Luciano Tenaglia, coinvolti nell'inchiesta sulla missione Arcobaleno. Lo ha stabilito il Tribunale del Riesame. Intanto la Corte dei Conti ha disposto il sequestro conservativo dei beni per di Simonelli e Tenaglia. La misura adottata su richiesta del viceprocuratore generale della Corte, Angelo Canale, riguarda beni fino all'ammontare di un miliardo per ciascuno degli indagati. L'udienza di convalida del sequestro e' fissata per il 17 marzo.

Roma. Dodici chilogrammi di cocaina e 10 trafficanti arrestati: e' questo il bilancio di questi ultimi giorni presso l'aeroporto romano di Fiumicino reso noto dalla Guardia di Finanza. I sequestri di cocaina e l'arresto dei relativi corrieri sono stati eseguiti in collaborazione con il Servizio di vigilanza doganale e grazie al determinante apporto fornito dalle unita' cinofile antidroga delle Fiamme Gialle. La droga proveniva dall'America Latina ed era destinato al mercato di Roma e provincia e' il risultato dell'aumento dei controlli disposto dal Comando provinciale di Roma in occasione dell'anno giubilare presso le aree di maggior affluenza turistica e, soprattutto, presso gli scali aeroportuali, le stazioni ferroviarie, i porti, e, in genere, lungo lee piu' importanti vie di accesso alla capitale.

Torino. Sgominata un'organizzazione criminale che gestiva tra Torino e La Spezia un traffico internazionale di auto rubate, dirette soprattutto verso il Nord Africa. Nell'operazione sono state indagate a vario titolo 40 persone, tra italiane ed extracomunitarie, 23 delle quali sono state sottoposte a fermo. Secondo il sostituto procuratore Giuseppe Riccaboni, le auto venivano rubate in Italia e, dopo la falsificazione del telaio, delle targhe e dei documenti, trasferite e vendute.

Taormina. Ci sono anche due poliziotti, moglie e marito, tra gli arrestati a Catania per traffico di droga. Gli agenti del Commissariato di Taormina (Messina) hanno arrestato nella loro abitazione V.C, di 34 anni e la moglie R.C. di 40, entrambi del Nucleo Prevenzione Anticrimine di Catania. Secondo l'accusa,farebbero parte, insieme ad altre tre persone arrestate, di una banda che importava dall'Olanda vari tipi di stupefacenti e li spacciava sulla riviera ionica, in particolare a Taormina durante i droga-party. (segue)

(Sin-Lee/Zn/Adnkronos)