NOTIZIE FLASH: 3/A EDIZIONE (2) - L'ESTERO
NOTIZIE FLASH: 3/A EDIZIONE (2) - L'ESTERO

Kiev. Sono stati liberati dalla polizia di Odessa i due commercianti di Monopoli sequestrati il 14 gennaio scorso in Ucraina. La notizia e' stata data da fonti dell'unita' di crisi della Farnesina che ha seguito costantemente il caso attraverso le autorita' diplomatiche di Kiev ed Odessa.

Mosca.''Il cammino della Russia per diventare una societa' civile ed una vera democrazia e' ancora molto lungo'', cosi' l'ex premier russo, Evgheny Primakov, ha spiegato la sua decisione di ritirarsi dalla corsa per le elezioni presidenziali, fissate per il 26 marzo prossimo. Decisione che di fatto spiana ancora piu' la strada per il Cremlino al presidente ad interim Vladimir Putin, che, tra poco piu' di un mese, dovra' competere ormai soltanto con il leader comunista Gennadi Ziuganov e con quello riformista Grigori Yavlinski, dal momento che ha annunciato il ritiro della sua candidatura anche l'ex primo ministro Viktor Cernomyrdin.

Monaco di Baviera. L'Europa deve fare di piu' e, soprattutto, spendere di piu' nel settore della difesa, ma non deve farlo in concorrenza con la Nato. Lo ha ribadito il capo del Pentagono, William Cohen, intervenendo alla Conferenza di Monaco sulla Politica della Sicurezza. ''Una organizzazione di difesa europea separata, indipendente ed autonoma rischia di allentare i legami transatlantici -ha detto Cohen riferendosi alla nascita della Forza comune europea ed all'Identita' europea di sicurezza e difesa- Non vogliamo una burocrazia della sicurezza indipendente, ne' strutture che entrerebbero in conflitto con gli obblighi Nato''.

New York. Hillary Clinton scende ufficialmente in campo. Dopo lunghissimi mesi di ''candidatura annunciata''. Domani la first lady, affiancata dal presidente e dalla figlia Chelsea, annuncera' la sua candidatura al seggio del Senato che verra' lasciato libero dal democratico Daniel Patrick Moynihan. Prende cosi' il via la contesa elettorale per il Senato che si prevede sara' la piu' seguita, e quindi la piu' costosa, della storia americana, visto che per la prima volta ha come protagonista la moglie di un presidente ancora in carica.

Belfast. David Trimble ha detto si' a Jerry Adams e ha accettato di incontrarlo oggi per discutere la possibilita' di un estremo tentativo di salvare la pace ed il governo dell'Irlanda del Nord. Sull'esito delle consultazioni dirette tra il leader unionista e premier dell'Ulster ed il presidente del Sinn Fein c'e' grande attesa a Londra, dove sembra venire meno di ora in ora la speranza che l'Ira dia il via al disarmo. (segue)

(Sin/Zn/Adnkronos)