SCRITTORI USA: VELENI CONTRO TOM WOLFE, STRONCATO DA UPDIKE E MAILER
SCRITTORI USA: VELENI CONTRO TOM WOLFE, STRONCATO DA UPDIKE E MAILER
L'AUTORE BESTSELLER ''UN UOMO VERO'' AL CENTRO DI ASTIOSE POLEMICHE

New York, 5 feb. - (Adnkronos) - Guerra di veleni tra i piu' noti e venduti scrittori americani. Tre autori del calibro di Norman Mailer, John Updike e John Irving sembrano essersi coalizzati per 'sparare' contro Tom Wolfe, il cui ultimo romanzo, ''Un uomo vero'' (tradotto in italiano da Mondadori) ha gia' superato abbondantemente il milione di copie solo negli Usa. Le frecciate contro Wolfe, considerato una specie di 'dandy' per gli abiti candidi che ama indossare, non sono mancate da parte dei tre gia' nei mesi scorsi all'uscita del bestseller, ma ora le polemiche sono state rinfocolate dalle piu' raffinate riviste culturali statunitense in seguito all'apertura di dibattiti sul perche' l'autore del ''Falo' delle vanita''' ha tanto successo presso il grande pubblico.

L'irreprensibile Norman Mailer, 76 anni, che in genere cerca di astenersi dal fare polemiche, e' stato tra quelli che non si e' risparmiato nello stroncare Tom Wolfe. Leggere ''Un uomo vero'' e' stato ''come fare l'amore con una donna di 150 chili: una volta che ti passa sopra, uno e' fottuto'', ha detto Mailer in un'intervista al ''New York Review of Books''. Per il romanziere John Updike, 67 anni, autore dell'indimenticabile ''Corri coniglio'', il nuovo romanzo di Wolfe non ha niente a che fare con la letteratura: ''E' spettacolo, e non puo' aspirare neppure a fare della letteratura, neanche quella di forma piu' modesta''. Per Updike, che e' intervenuto su ''The New Yorker'', e' inutile disquisire, insomma, ''se si tratti o meno di letteratura: qui siamo di fronte ad un divertissement, nient'altro''.

John Irving, 57 anni, autore del romanzo ''Il mondo secondo Grap'', si e' espresso sul ''New York review of Books'' in termini decisamente liquidatori. A suoi giudizio Wolfe non puo' aspirare neppure ad essere definito uno scrittore: ''Egli e' un giornalista. Non sa creare neppure un personaggio. Non sa rappresentare neppure una situazione''. E lo scrittore supervenduto in libreria, che cosa replica ai suoi detrattori? Tom Wolfe ha affidato la risposta ad un saggio di imminente uscita, dal titolo ''The three stooges''. Dove 'stooge' sta per 'spalla', l'aiutante cioe' di un comico affermato, colui che da' la battuta.

(Sin-Xio/Zn/Adnkronos)