AUSTRIA: SANZIONI ANCHE DAI TASSISTI BELGI
AUSTRIA: SANZIONI ANCHE DAI TASSISTI BELGI

Bruxelles, 2 mar. - (Adnkronos/Dpa) - Anche i tassisti di Bruxelles intervengono nella diatriba inter-europea sull'ingresso nel governo austriaco del Partito delle liberta' (Fpoe) del leader liberal-nazionale Joerg Haider. La Compagnia dell'unione dei taxi di Bruxelles -che associa 350 dei 1.200 tassisti della capitale belga, in gran parte extracomunitari- ha annunciato che non accettera' le corse richieste dagli austriaci impiegati o accreditati presso gli uffici dell'Unione Europea e le sedi diplomatiche di Vienna, un provvedimento che dovrebbe interessare 2.000 persone tra funzionari, diplomatici ed europarlamentari.

L'ambasciata austriaca ha protestato contro il provvedimento, qualificandolo come ''una misura che viola tutti i principi di tolleranza ed eguaglianza tra i popoli, indipendentemente dalla razza, nazionalita', sesso e religione, principi ai quali aderiscono totalmente l'Austria e il suo governo, ancor piu' in quanto Paese membro dell'Ue''. Ma la Commissione Europea ha dichiarato di non poter far nulla contro il boicottaggio, non avendo il potere di costringere i tassisti a trasportare ''uno specifico gruppo di persone''.

(Nul/Zn/Adnkronos)