CINA: AUTORITA' NEGANO L'ARRESTO DEI GENITORI DEL LAMA
CINA: AUTORITA' NEGANO L'ARRESTO DEI GENITORI DEL LAMA

Pechino, 2 mar. - (Adnkronos/Dpa) - Le autorita' cinesi hanno negato di aver arrestato i genitori del giovane monaco buddista tibetano riconosciuto essere la reincarnazione del Karmapa Lama e fuggito da Lhasa all'inizio di gennaio. Il Centro informazione tibetano aveva riferito ieri che i genitori del 14enne monaco erano stati prelevati dalla loro abitazione a Lhasa e posti in pratica agli arresti domiciliari in una casa nella contea di Chamdo. ''Sono solo voci'', ha detto un poliziotto della contea confermando pero' che Dhondup e Loga, genitori del Karmapa Lama, attualmente vivono a Chamdo e non a Lhasa e sono stati posti sotto la protezione delle polizia nel gennaio scorso. ''Si' sono state adottate misure si sicurezza -ha continuato il poliziotto- ma non vi sono agenti che circondano la casa, stanno bene e nessuna inchiesta e' stata aperta sul loro conto''.

(Ses-Tao/Rs/Adnkronos)