MOZAMBICO: PAURA PER ARRIVO CICLONE GLORIA
MOZAMBICO: PAURA PER ARRIVO CICLONE GLORIA

Maputo, 2 mar. - (Adnkronos/Dpa) - Nuove piogge e l'arrivo del ciclone Gloria, minacciano il Mozambico devastato dalle inondazioni. Il ciclone sta viaggiando da sudovest verso il Madagascar e il Mozambico, ma i metereologi sperano che nel tragitto perda parte della sua forza. Le inondazioni hanno lasciato nel bisogno un milione di persone, secondo quanto ha riferito ieri in parlamento il primo ministro Pascoal Mocumbi.

Gli elicotteri sudafricani che da giorni volano senza sosta hanno salvato dalla morte 9500 persone, che avevano cercato rifugio sui tetti delle case e delle auto, anche sugli alberi. Ma migliaia di altri sono in attesa, allo stremo delle forze, e le organizzazioni umanitarie chiedono l'invio di altri elicotteri.

Il numero dei morti e' fermo a 350, ma e' sicuramente destinato a salire enormemente. Almeno due milioni di persone rischiano di subire le conseguenze della catastrofe, sia per l'incombente pericolo di epidemie di colera, che per la mancanza di cibo. Le piogge hanno distrutto almeno 100mila ettari di campi coltivati e provocato l'annegamento di 40mila capi di bestiame. Le conseguenze a lungo termine sull'economia sono gravissime. Il primo ministro ha dichiarato che si dovra' rivedere l'intera programmazione sociale ed economica di quest'anno per far fronte al disastro. L'acqua ha distrutto i principali sistemi di irrigazione nella provincia di Gaza, gravemente danneggiato la linea ferroviaria fra Maputo e lo Zimbabwe, distruggendo strade, ponti, linee elettriche, sistema di approvigionamento idrico e rete sanitaria. Le principali province colpite, con ampie zone completamente sott'acqua, sono quelle di Gaza e Inhambane, attraversate rispettivamente dai fiumi Limpopo e Save.

(Civ/Pn/Adnkronos)