REALI: LONDRA ORDINO' ALLA SIMPSON DI LASCIARE RE EDOARDO (2)
REALI: LONDRA ORDINO' ALLA SIMPSON DI LASCIARE RE EDOARDO (2)

(Adnkronos) - Dai documenti di Monckton emerge anche il ruolo chiave che il consigliere del re ebbe durante quel delicatissimo periodo, la verita' nella scelta dell'esilio in Francia dell'ex sovrano, il tentativo del duca di tornare in Gran Bretagna prima della guerra, le forti divergenze con il fratello, i suoi legami con il nazismo.

Tra le carte piu' clamorose, le svariate bozze del discorso di abdicazione di Edoardo VIII che contrastano con la versione finale e ufficiale, a conferma del fatto che il re fu pesantemente censurato e costretto a riscrivere il suo intervento sotto la guida di Baldwin e di Winston Churchill, che gli cassarono lunghi passaggi dedicati a ''Mrs Simpson'' e alla sua idea di matrimonio e inserirono in compenso uno speciale tributo al primo ministro e il pieno sostegno al futuro sovrano, il duca di York.

Mesi dopo Monckton testimoniera' nel suo diario ''l'intensita' e la profondita' della devozione del re per Mrs Simpson''. ''A lui -annota- appare come la donna perfetta. E' un grosso errore credere che si tratti di una mera infatuazione...e' una relazione intellettuale e non c'e' dubbio che la sua natura di solitario abbia trovato in lei una affinita' spirituale''. Sono fatti l'uno per l'altro, aggiunge, ''e non c'e' altra via onesta per risolvere la situazione che sposarla. Quando lui nel suo discorso finale ha dichiarato che non avrebbe potuto sostenere il suo ruolo, senza averla al fianco, ha detto cio' che realmente gli usciva dal cuore''.

(Raf/Rs/Adnkronos)