CALCIO: MORATTI, LA JUVENTUS E' PIU' RISPETTATA DEL MILAN
CALCIO: MORATTI, LA JUVENTUS E' PIU' RISPETTATA DEL MILAN
''LA FEDERAZIONE E' DEBOLISSIMA''

Roma, 2 mar. - (Adnkronos) - Il presidente interista Massimo Moratti ha rilasciato al settimanale 'Rigore', in edicola domani, una intervista su alcuni dei temi piu' caldi del momento. Eccone alcune anticipazioni. ''Vorrei -dice Moratti- che mi spiegassero bene cosa vuol dire 'potere' nel calcio: spero che sia qualcosa di lecito. Spesso sento dire che si decide tutto al nord: a me piacerebbe far parte di questo mondo che decide ed invece spesso mi sento accusato di cose che non faccio. Sensi denuncia un duopolio, che duopolio ci sia e' un fatto: esistono due societa' che negli ultimi anni si sono costantemente divise la posta. Volontariamente o involontariamente, ma e' cosi'. Certo, sono state forti, brave, bene organizzate: e' questo porta senza dubbio ad avere piu' attenzione da parte di tutti. Hanno grade rispetto, piu' la Juve del Milan mi pare di capire''.

''Il calcio italiano sta crescendo in modo spaventoso -continua Moratti- soprattutto sul piano della comunicazione. Questo non e' un fatto negativo. Ma i sistemi di controlo non sono all'altezza. Forse vado controcorrente, la ma federazione deve assumere maggiore forza, cosi' e' debolissima, Sento parlare di commissariamento: non vorrei offendere nessuno, ma credo ci vorrebbe un uomo esterno al mondo del calcio. Un grande manger, che abbia esperienza di gestione di aziende importanti. Qualcuno con la mente sgombra, in grado di conciliare flessibilita' e regole, modernita' e controlli''. (segue)

(Rip/Zn/Adnkronos)