RAIUNO: ''SCIUSCIA''', REPORTAGE IDEATI DA MICHELE SANTORO
RAIUNO: ''SCIUSCIA''', REPORTAGE IDEATI DA MICHELE SANTORO

Roma 7 mar. - (Adnkronos) - Quasi film, prima ancora che reportage, girati e montati con il gusto del racconto cinematografico, quelli proposti da ''Sciuscia''' di Michele Santoro, con la collaborazione di Sandro Ruotolo e Paola Spinelli, in onda a partire da giovedi 9 marzo, alle 23.00 su Raiuno.

Il nome ''Sciuscia''' riprende un vecchio progetto di Santoro, interrotto nel '96, ed e' ovviamente un omaggio al Neorealismo, ma in particolare una citazione di quella eta' dell'oro del cinema italiano. ''Sciuscia''' si propone di narrare la realta' attraverso la realta', senza mediazioni. Ma questa volta non si racconta la realta' attraverso la finzione cinematografica, ma si cerca con l'inchiesta giornalistica di raccogliere i volti e le emozioni che fanno di un episodio di cronaca, piccolo o grande che sia, una storia.

Per questo l'andamento del racconto ha ritmi diversi da quelli abituali per il pubblico italiano e si avvicina a formati documentaristici piu' diffusi a livello internazionale. ''Perche' -dice Santoro- il nostro obiettivo e' costruire, non da soli ma in collaborazione con altre esperienze, un laboratorio italiano capace in prospettiva di vendere prodotti sul mercato estero''.

Ogni storia dura circa 50 minuti, quasi un film, appunto: attori sono gli eroi noti o sconosciuti della realta' e gli stessi giornalisti, che quella realta' tentano di afferrare. Ma protagonisti potranno considerarsi anche dei luoghi geografici, che diventano per una collettivita' spazi mentali. E persino un cibo, se e' un punto di partenza conosciuto per raccontare civilta' e culture lontanissime.

I primi tre reportage proposti da ''Sciuscia''' sono ''Il ribelle'' di Riccardo Iacona, ''La neve nera'' di Giovanna Botteri e Riccardo Iacona e ''Casamara'' di Paola Salzano. (segue)

(Red/Zn/Adnkronos)