REGIONALI: BASSOLINO PROMUOVE 'PATTO' CENTROSINISTRA SUD
REGIONALI: BASSOLINO PROMUOVE 'PATTO' CENTROSINISTRA SUD
NASCE ALLEANZA MERIDIONALE FEDERALISTA, ORDINI DAI PARTITI MAI

Napoli, 20 mar. - (Adnkronos) - ''Non prenderemo ordini dai partiti, ne' in sede locale ne' in sede nazionale''. Con questo messaggio, i cinque candidati del centrosinistra per la presidenza delle Regioni del Mezzogiorno d'Italia (che fanno riferimento ai Ds o al Ppi) si avviano ad una stretta e forte collaborazione, che implica una sorta di affrancamento dai partiti nazionali. Un 'patto' che e' stato siglato, oggi a Napoli, su invito di Antonio Bassolino, da Nuccio Fava per la Calabria, Giannicola Sinisi per la Puglia, Michele Di Stasi per il Molise e Filippo Bubbico per la Basilicata. E che consiste in un manifesto che sara' presentato ufficialmente lunedi' prossimo ad Eboli.

''Si tratta -spiega Bassolino- di una grande alleanza meridionale federalista e autonomista. Un patto tra i candidati del centrosinistra per riuscire a fare in modo che il Sud conti e sia visibile a livello nazionale e internazionale''. Un patto che vuole fare anche da argine a quelle che il sindaco di Napoli definisce ''alleanze rischiose'' strette dal Polo al Sud con la Fiamma di Rauti e al Nord con la Lega di Bossi. Il ''Manifesto di Eboli'' varra' non solo in campagna elettorale ma soprattutto dopo ''perche' le regioni -spiega Di Stasi, candidato presidente del Molise- devono non piu' gestire ma governare''.

Per farlo, le regioni del Sud hanno pero' bisogno di maggiore autonomia non solo in senso istituzionale e legislativo ma anche rispetto al governo centrale e ai singoli partiti. ''Non prenderemo ordini dai partiti ne' in sede locale ne' nazionale -afferma Bubbico, in corsa per la Basilicata- i presidenti delle regioni devono produrre iniziative che possano avvalersi del contributo dei partiti, ma guai se questi diventano i terminali delle scelte e degli orientamenti''. (segue)

(Sia/Rs/Adnkronos)