GUARESCHI: SERRA E STAINO LO 'SDOGANANO' A SINISTRA
GUARESCHI: SERRA E STAINO LO 'SDOGANANO' A SINISTRA
''CONTRORDINE COMPAGNI, ERA UN GRANDE'', CONVEGNO A MILANO

Milano, 22 mar. - (Adnkronos) - Contrordine compagni, Giovanni Guareschi era un grande scrittore. A 32 anni dalla morte, per l'autore della saga di Don Camillo e Peppone (interpretati sul grande schermo da Fernandel e Gino Cervi) e' arrivata la 'riabilitazione' da sinistra di uno scrittore ignorato o disprezzato, e comunque bollato come ''fascista''. Quando scomparve il 22 luglio 1968, ''L'Unita''' titolo' sferzante: ''Malinconico tramonto dello scrittore che non era mai sorto''. Oggi lo scrittore satirico Michele Serra e il vignettista Sergio Staino (il 'padre' dell'operaio comunista Bobo), due note firme del quotidiano fondato da Antonio Gramsci, non la pensano piu' cosi', e riconosco all'ex avversario della loro parte politica i meriti propri di un autore di livello. E' accaduto a Milano al convegno ''Contrordine Guareschi!'', promosso dalla Regione Lombardia, dalla Rcs Libri, dalla Fondazione Mondadori e dall'Universita' Statale di Milano.

La presenza di Serra e Staino, accanto ad altri relatori quali Indro Montanelli e Paolo Mieli, ha fatto assumere all'incontro il carattere di una grande riabilitazione dell'autore di ''Mondo Piccolo'' e del creatore del periodico satirico ''Candido''. Michele Serra, titolare della rubrica 'Che tempo fa' su ''L'Unita''', ha voluto mettere comunque le mani avanti: ''Spero di non essere stato invitato qui in rappresentanza della sinistra. Non ne ho la titolarita'. Non ho ricevuto e tantomeno richiesto, in tal senso, alcun Mandato Ufficiale. Ne' mi risulta esistere, quand'anche fosse esistito in passato, un Sant'Uffizio del culturalmente corretto''.

Serra ha poi precisato: ''Non posso ne' desidero essere l'esecutore o anche solo il testimone di una riabilitazione postuma che rischia di avere la freddezza di un atto notarile. Riabilitazione, poi, e' una parola che mi fa venire in mente piu' la fisioterapia che la cultura''. Serra ha infine rivelato che Guareschi e' stato uno degli autori che lo hanno iniziato al piacere della lettura da ragazzo e che e' stato proprio lo scrittore anticomunista per eccellenza, ironia della sorta, a fargli provare ''simpatia'' per i comunisti alla Peppone. (segue)

(Sin-Xio/Pn/Adnkronos)