REFERENDUM: BERLUSCONI, QUELLA PDL NON E' RITORNO AL PASSATO
REFERENDUM: BERLUSCONI, QUELLA PDL NON E' RITORNO AL PASSATO
MUSSI MI FA GUADAGNARE VOTI, I SONDAGGI PARLANO CHIARO...

Roma, 22 mar. - (Adnkronos) - ''Mussi dice che sono il capo del 'partito del proporzionale'? Intanto lo ringrazio, perche' ogni volta che Mussi parla mi fa una cortesia, dal momento che tutte le volte che appare in tv mi fa guadagnare voti...''. Cosi' Silvio Berlusconi, nel corso di una conferenza stampa in via del Plebiscito, replica al capogruppo dei Ds a Montecitorio.

''In ogni caso -prosegue Berlusconi- io non sono il capo di nessuno schieramento, anche perche', come ho gia' detto, il mio partito non ha ancora preso una decisione in merito''. Berlusconi e' tornato sui sondaggi forniti stamattina dopo la sua partecipazione a 'Radio anch'io'. ''A domanda se condividessero le mie parole di critica al maggioritario, gli elettori di Forza Italia hanno risposto di si' nell'84.7%, no nel 14.5% dei casi. Quanto, piu' in generale, all'intero corpo elettorale, hanno risposto si' il 52.5% dei cittadini, 'no' il 29,3% e non lo sanno il 18,2%''.

Quanto al ddl Zecchino-Urbani, secondo Berlusconi, ''non siamo assolutamente davanti al ritorno al passato, bensi' di fronte a un sistema nuovo ed efficace come quello tedesco, che garantisce stabilita' e governabilita'. E poi mi sembra che siano stati i Pci-Pds-Ds ad inaugurare logiche 'vecchie' come quelle dei ribaltoni e delle desistenze. Vorrei ricordare che nel '96 il Polo si presento' compatto con un solo programma, mentre dall'altra parte lo schieramento si presento' con tre programmi differenti: quello dell'Ulivo, quello di Dini e quello di Rifondazione comunista...''. (segue)

(Rao/Pn/Adnkronos)