REFERENDUM: PARTE LA CARICA DEI PROPORZIONALISTI
REFERENDUM: PARTE LA CARICA DEI PROPORZIONALISTI
ZECCHINO, ECCO COME SCONFIGGEREMO IL MAGGIORITARIO

Roma, 22 mar. - (Adnkronos) - Sistema misto, con meta' dei deputati eletti con collegi uninominali e meta' con sistema proporzionale con liste bloccate. A quest'ultima ripartizione accedono i partiti che abbiano superato lo sbarramento del 5 per cento o siano riusciti ad eleggere con l'uninominale almeno tre rappresentanti. Infine norma 'antinomadismo', con esclusione dal finanziamento pubblico per quei gruppi che accolgono parlamentari provenienti da formazioni diverse da quelle scelte all'inizio della legislatura.

Sono queste le linee guida della proposta di legge elettorale che ricalca il modello tedesco, presentata ufficialmente questa mattina, con la regia di Mario Adinolfi che guida il comitato promotore, dal vasto schieramento trasversale che si oppone al sistema maggioritario e al referendum del prossimo 21 maggio.

Insieme Silvio Berlusconi, il ministro Ortensio Zecchino e Fausto Bertinotti; Umberto Bossi e Giulio Andreotti; Rocco Buttiglione ed Enrico Boselli; Giuliano Urbani e Irene Pivetti; Giorgio Rebuffa e Francesco D'Onofrio. Tutti concordi nel sottolineare quelli che definiscono i guasti del maggioritario e nel lodare le virtu' del proporzionale, sottolineando vari aspetti della proposta sia in vista del prossimo referendum, sia nell'ottica di un miglior funzionamento del sistema. (segue)

(Sam/Pn/Adnkronos)