REFERENDUM: SEGNI, CON MODELLO TEDESCO SCELGONO I PARTITI (2)
REFERENDUM: SEGNI, CON MODELLO TEDESCO SCELGONO I PARTITI (2)
SFIDUCIA COSTRUTTIVA? A LIVELLO COMUNALE MAI APPLICATA...

(Adnkronos) - Secondo Segni, il sistema proporzionale ''fotograferebbe la frammentazione del sistema politico'', mentre in Germania non ha ostacolato l'alternanza, garantita da due partiti al 40%. Anche la questione dello sbarramento viene contestata da Segni: il mattarellum, spiega il leader referendario, lo prevede gia' al 4%, ''ma viene aggirato con la momentanea alleanza di piu' partiti che si dividono subito dopo il voto, come la Lista Dini composta nel '96 da 3 partiti, i cui 26 eletti militano oggi in 10 gruppi diversi''.

Con la proporzionale, poi, ''gli elettori non sarebbero chiamati a scegliere il governo ma solo a dare una delega in bianco ai partiti che sarebbero poi liberi di fare e disfare i governi in Parlamento''. Infine, la sfiducia costruttiva. ''In tutto il dopoguerra -rileva Segni- nessun governo e' caduto a seguito dell'approvazione di una mozione di sfiducia presentata dalle opposizioni, ma tutti per dimissioni. In Italia dal '90 al '93 la sfiducia costruttiva e' stata operante a livello comunale senza alcuna efficacia, tanto e' vero che nel '93 e' stata abolita con l'introduzione dell'elezione diretta del sindaco''.

(Pol-Fer/Pe/Adnkronos)