REFERENDUM: SEGNI, CON MODELLO TEDESCO SCELGONO I PARTITI
REFERENDUM: SEGNI, CON MODELLO TEDESCO SCELGONO I PARTITI
QUELLO ATTUALE NON E' UN VERO MAGGIORITARIO, MA SISTEMA MISTO

Roma, 22 mar. (Adnkronos) - Con l'applicazione del modello elettorale tedesco proposto dal fronte proporzionalista a scegliere il governo non sarebbero i cittadini, come nel maggioritario, ma i partiti. E' la controtesi del comitato promotore del referendum antiproporzionale che sottolinea come il sistema in vigore non sia il maggioritario votato dagli italiani nel 1993, ma un sistema ''misto, largamente imperfetto''. Il maggioritario, afferma Mario Segni, e' stato ''tradito dal mattarellum e boicottato in Parlamento''.

I promotori del referendum rilanciano la proposta di un sistema ''pienamente maggioritario da abbinare alla scelta diretta del premier da parte dei cittadini con lo stesso meccanismo antiribaltone vigente per Comuni, Province e Regioni: in caso di sfiducia o dimissioni si torna alle urne. Al governo scelto dai partiti, come nel sistema tedesco importato in Italia, contrapponiamo il governo scelto dagli elettori''. (segue)

(Pol-Fer/Pe/Adnkronos)