SERVIZI: SU ECHELON INDAGA IL COPACO, SIAMO COINVOLTI?
SERVIZI: SU ECHELON INDAGA IL COPACO, SIAMO COINVOLTI?
ALTRE INDAGINI DOPO ESAME RAPPORTO CAMPBELL

Roma, 22 mar. - (Adnkronos) - Il Comitato parlamentare per i servizi di informazione e sicurezza procede nell'istruttoria sul caso Echelon, il sistema satellitare costituito da stazioni di ascolto in grado di monitorare milioni di comunicazioni. Il network, che fa capo alla National Security Agency statunitense, all'Inghilterra, al Canada, Nuova Zelanda e all'Australia, e' finito nel mirino del Parlamento europeo che ha denunciato tra i suoi scopi quelli di controllare gli affari economici della Comunita'. Dopo aver esaminato il rapporto Campbell, altri documenti elaborati dal Parlamento europeo, ed aver ascoltato le comunicazioni del Presidente Franco Frattini, il Copaco ha deliberato di ''procedere ad ulteriori adempimenti istruttori, per poter riferire in tempi rapidi al Parlamento''.

Gia' nel maggio del '98, Franco Frattini ha chiesto informazioni su Echelon al premier Romano Prodi. Successivamente e' stato ascoltato l'Ammiraglio Battelli, direttore del Sismi. Sulla base della piu' recente desecretazione di alcuni documenti riguardanti l'esistenza del network, il Comitato ha deciso quindi di proseguire le indagini, destinate a chiarire se e come eventualmente l'Italia sia coinvolta nella vicenda. Verranno deliberate altre audizioni e richiesti ulteriori documenti alle sedi competenti.

(Gdd/Pn/Adnkronos)