ROMA: INFANZIA, VISITE IN CASA CONTRO I MALTRATTAMENTI
ROMA: INFANZIA, VISITE IN CASA CONTRO I MALTRATTAMENTI
PROGETTO PILOTA DI PREVENZIONE DELLA ASL ROMA C

Roma, 31 mar. - (Adnkronos) - ''Se la societa' vuole veramente proteggere i bambini, deve occuparsi dei genitori''. Partendo da questo assunto, il dipartimento materno infantile della Asl Roma C, con il patrocinio della Regione Lazio, ha organizzato un convegno su ''Prevenzione del maltrattamento infantile e sostegno ai genitori'' a Palazzo Marini, all'interno del quale e' stata illustrata l'esperienza condotta dal consultorio familiare di via Monza, al Tuscolano.

''Da tre anni - spiega la coordinatrice del progetto Lea Cavasinni - siamo capofila, nell'ambito del dipartimento materno infantile del Lazio, di iniziative di formazione, ricerca e intervento nell'area dei programmi di sostegno ai genitori e di prevenzione del maltrattamento infantile. Il bambino - sottolinea - fin dalla nascita e' il frutto della relazione tra se' e i suoi genitori, a sua volta influenzata dalla storia passata dei genitori e da quella in via di formazione del bambino stesso. Da questo concetto, abbiamo sviluppato il corso di formazione 'Infant Parent Program' , indirizzato a un gruppo di psicologi e neuropsichiatri, analizzando gli interventi compiuti contemporaneamente su genitori e bambini, relativamente ai piccoli da zero a tre anni con turbe relazionali, disturbi nell'alimentazione, del sonno e disturbi precoci del comportamento''.

Diretta conseguenza di questo programma e' stato il progetto pilota sulla prevenzione del maltrattamento infantile, con interventi precoci a domicilio per tutte quelle donne individuate a rischio psico-sociale o di depressione e visite in casa effettuate, ogni settimana, dal sesto mese di gravidanza al primo anno di vita del bambino, coinvolgendo assistenti sociali, sanitari, infermiere, ostetriche e psicologi.

(Bon/Rs/Adnkronos)