INFORTUNI LAVORO: UE, ITALIA SOTTO MEDIA EUROPEA
INFORTUNI LAVORO: UE, ITALIA SOTTO MEDIA EUROPEA
SI RIDUCONO INFORTUNI MA AUMENTA COSTO SOCIO-ECONOMICO

Roma, 31 mar. (Adnkronos)- L'Italia si mantiene sotto la media europea quanto ad incidenti sul lavoro: nel 1996 sono diminuiti del 10 per cento rispetto al '94, contro un decremento del 7 per cento nella UE a 15 paesi membri. E' quanto emerge da uno studio di Eurostat secondo cui anche gli incidenti mortali sono diminuiti del 13 per cento. Al contrario e' in forte crescita il costo socio- economico di questi incidenti che e' pari ad un giorno lavorativo perso per ogni lavoratore.

In Italia, ha calcolato l'ufficio statistico comunitario, nel 1996 ci sono stati 4.179 incidenti ( con una assenza superiore ai tre giorni) ogni cento mila lavoratori. La media dei paesi UE-15 e' pari a 4.229. Sono valori che collocano l'Italia in settima posizione tra i partner dell'Unione, all'interno della quale, invece, Spagna e Portogallo hanno il primato dell'infortunistica con 6.736 (+9,2%) e 6.949 ( -5,6%) incidenti ogni 100mila lavoratori. I paesi piu' virtuosi si sono rivelati l'Irlanda, in 14esima posizione con appena 1.494 incidenti e la Svezia con 1.215. Forte miglioramento lo ha sperimentato anche il Regno Unito che tra il 1994 ed il 1996 e' riuscito a ridurre gli incidenti del 19,1 per cento, contandone 1.550.

(Maz/Pe/Adnkronos)