RCS: IN VENDITA VIA SOLFERINO, MA IL CORRIERE NON TRASLOCHERA' (2)
RCS: IN VENDITA VIA SOLFERINO, MA IL CORRIERE NON TRASLOCHERA' (2)

(Adnkronos) - Il Comitato di redazione esprime ''forti dubbi su un'operazione i cui lineamenti appaiono incerti e singolari. Tra l'altro la vendita avviene mentre sono avviati grandi lavori di ristrutturazione che dureranno alcuni anni. Il recupero di spazio che si otterra' e' finalizzato anche a fare rientrare in via Solferino 28 uffici del giornale che si trovano in altri stabili (in affitto). E' abbastanza singolare, che alla fine, in affitto vada il palazzo stesso''.

''E' d'obbligo inoltre rilevare fin d'ora -proseguono i giornalisti- che le risorse necessarie agli investimenti si potrebbero trovare con maggiore facilita' e trasparenza quotando in Borsa le attivita' editoriali del gruppo, sulla falsariga di quanto gia' hanno fatto da tempo i maggiori quotidiani del mondo. E' noto che la quotazione non viene decisa a causa dei contrasti tra gli azionisti del gruppo Hdp-Rcs sull'indirizzo strategico da dare all'azienda''.

''E' altresi' da considerare che l'utilizzo ai fini fiscali dei 1.400 mld circa di perdite accumulate negli anni '94-'95 (per effetto delle operazioni sui cambi realizzate dall'ex controllante Gemina e delle vendite rateali della Fabbri) e' sul punto di scadere per decorrenza dei termini. (La legge permette la compensazione con gli utili nel periodo di soli cinque anni). L'enorme risparmio fiscale -si legge nel comunicato- puo' dunque essere ottenuto soltanto rispettivamente entro il 2000 e il 2001''. (segue)

(Red-Dra/Lr/Adnkronos)