RAI: ANAC SCRIVE A ZACCARIA PROTESTANDO PER 'SU E GIU''
RAI: ANAC SCRIVE A ZACCARIA PROTESTANDO PER 'SU E GIU''

Roma, 31 mar. - (Adnkronos) - ''E' meglio elencare un po' di numeri e riderci sopra: e' piu' facile, piu' comprensibile, piu' televisivo, forse indegno di un servizio pubblico, ma piu' redditizio''. L'Anac (associazione degli autori cinematografici) si schiera contro 'Su e giu'', la trasmissione di Gregorio Paolini in onda il sabato su Raiuno, in una lettera aperta inviata al presidente della Rai Roberto Zaccaria. La protesta degli autori parte dal servizio di 'Su e' giu'' sui ''magri incassi'' dei film italiani che hanno usufruito del finanziamento pubblico. ''Un ulteriore e illuminante tassello dell'atteggiamento della Rai verso il cinema italiano'', sostiene l'Anac.

Di conseguenza, l'associazione elenca quelli che definisce i ''primati della Rai in questo settore''. La Rai, si legge nella lettera, ''ha contribuito insieme alle televisioni commerciali a fare il deserto nelle sale con la dissennata politica degli anni '80; ha il primato mondiale di pubblicita' gratuita ai film americani nei Tg nazionali; persegue una politica teorica e pratica di concorrenza tra il cinema nazionale e la fiction; si e' vista attribuire da una legge il potere di maggiore investitore nel cinema attraverso una societa' costituita da funzionari televisivi, fatta eccezione del presidente Giuliano Montaldo; e' l'unica televisione al mondo priva di trasmissioni specifiche sul cinema nazionale; ha il primato nazionale per il minor numero di film trasmessi: nella scorsa settimana Mediaset che ha trasmessi 15, Tmc 4, Raiuno, Raidue e Raitre insieme 3''.

(Com-Neo/Pn/Adnkronos)