NOTIZIE FLASH: 2/A EDIZIONE (3) - L'INTERNO
NOTIZIE FLASH: 2/A EDIZIONE (3) - L'INTERNO

Roma. Fecondazione artificiale piu' libera. Il Senato ha infatti modificato l'art.1, che definisce i principi ispiratori della legge. In pratica il ricorso alla procreazione assistita non e' consentito solo quando i metodi terapeutici non risultano idonei, ma in una gamma ben piu' vasta. Il nuovo articolo 1 sopprime infatti i principi morali che dovrebbero guidare la fecondazione assistita. L'aula di Palazzo Madama ha approvato, a scrutinio segreto, anche la fecondazione eterologa, accogliendo un emendamento che prevede la possibilita' di utilizzare il seme di un altro uomo nel caso caso di sterilita' maschile. L'emendamento precisa che e' possibile ricorrere all'eterologa solo quando e' impossibile la procreazione assistita di tipo omologo. Respinto, invece, un altro emendamento che prevedeva la fecondazione assistita anche per le donne single.

Roma. ''Fermiamoci prima che sia troppo tardi''. E' questo l'appello che il presidente della direzione Valdo Spini rivolge ai diesse dopo la rottura tra maggioranza e Nuova sinistra nella direzione di lunedi' e la dura polemica di ieri tra Angius e Salvi. ''Dobbiamo avere consapevolezza della necessita' da parte di tutti di alimentare un dibattito interno che sia anche duro e serrato ma costruttivo e fisiologico, non dissolvente. Soprattutto deve essere sgombro da risentimenti e da pregiudiziali del passato che non appartengono alla vita dei Ds come nuovo partito''.

Roma. ''Forza Italia sta assumendo le idee del Carroccio''. Roberto Calderoli, segretario della Lega lombarda, valuta positivamente gli atteggiamenti che sta assumendo il 'governatore' della Lombardia Roberto Formigoni. Atteggiamenti che gli fanno dire, in risposta a quanti ''potevano temere che la Lega assumesse le caratteristiche di Fi'', che ''piuttosto sta accadendo il contrario, perlomeno a livello di presidenza della Lombardia''. ''Sono convinto dei nostri progetti e delle nostre idee -dice l'esponente del Carroccio a Radio Radicale- Se, poi, abbiamo un presidente che si fa portavoce di queste idee, benvenga. Credo che nessuno disconosca il fatto che la devolution e tutte queste prospettive sono targate completamente Lega.

Roma. Un passo indietro per farne due avanti. I centristi della maggioranza presentano cosi' la decisione ormai probabile di rinviare ad altra data la riunione dei direttivi dei gruppi parlamentari di Popolari, Udeur e Ri prevista per domani e che aveva l'obiettivo di far partire la tanto desiderata aggregazione almeno a livello di deputati e senatori. Torna infatti l'ipotesi che alla 'federazione' possano unirsi anche i Democratici, che una settimana fa, ricevuto l'invito, lo avevano declinato con una lettera del capogruppo a Montecitorio Franco Monaco nella quale si chiedevano scelte chiare sui compagni di viaggio (da allargare), sul bipolarismo e per il centrosinistra. Ora, a quanto si apprende, dall'Asinello sono venuti segnali di apertura e dai centristi emerge l'intenzione di non perdere nessuna occasione di coinvolgere anche gli uomini di Parisi nel progetto.

Roma. Il nome del candidato premier del centrosinistra alle prossime elezioni ''a partire da Amato dovra' essere di centro, molto di centro, fortissimamente di centro. Sempre che non ci sia spirito di rassegnazione e che si voglia realmente, e non a parole, che la partita venga giocata''. Lo afferma, in una nota, Clemente Mastella, che definisce ''un discutibile gioco di nomi'' il dibattito nella maggioranza intorno al candidato premier, che oggi vede la proposta di Sergio Cofferati da parte di Armando Cossutta. ''Siamo in presenza -sottolinea il segretario dell'Udeur- di un fenomeno o da eutanasia del centrosinistra o da ghettizzazione della sinistra''. (segue)

(Sin/Gs/Adnkronos)