PIRATERIA MUSICALE: GIRO DI VITE IN UCRAINA
PIRATERIA MUSICALE: GIRO DI VITE IN UCRAINA

Milano, 7 giu. - (Adnkronos) - E' stato annunciato dal presidente americano Bill Clinton e dal presidente ucraino Leonid Kuchma l'accordo che prevede una serie di iniziative da parte dell'ex stato dell'Unione Sovietica contro la pirateria musicale. Da tempo l'Ucraina aveva assunto un ruolo preminente nella produzione e distribuzione in Europa di compact disc contraffatti, sostituendo la Bulgaria come porto franco per le organizzazioni criminali coinvolte nel traffico illegale.

Il governo ucraino ha subito intrapreso le prime iniziative sospendendo la produzione in cinque stabilimenti di cd e conducendo una serie di raid contro i maggiori distributori illegali. Al fine di evitare sanzioni commerciali, l'Ucraina dovra' introdurre una serie di misure legislative entro il 1 novembre 2000 che prevedono, tra l'altro, l'adozione obbligatoria di codici di identificazione per gli stabilimenti di cd e l'incremento delle sanzioni penali.

Gli stabilimenti pirata in Ucraina dispongono di una capacita' produttiva di oltre 70 milioni di compact disc. Alcuni mesi fa, in un'operazione condotta dalle unita' antipirateria di Italia e Austria, furono sequestrati, al confine con l'Ungheria, quasi 40 mila compact disc pirata di Adriano Celentano, prodotti in uno stabilimetno ucraino nell'area industriale di Kiev e pronti per la distribuzione nel nostro paese.

(Com-Ken/Idb/Adnkronos)