MUSSOLINI-FRANCO: INTESA SEGRETA PER SCATENARE GUERRA CHIMICA
MUSSOLINI-FRANCO: INTESA SEGRETA PER SCATENARE GUERRA CHIMICA
RITROVATI DOCUMENTI INEDITI NELL'ARCHIVIO STORICO DELLA FARNESINA

Roma, 20 giu. (Adnkronos) - Per piegare la resistenza dei repubblicani, nel 1937 Francisco Franco progetto' il ricorso ad armi chimiche, con l'obiettivo di abbreviare i tempi della guerra civile spagnola. A tal fine il dittatore falangista chiese a Benito Mussolini l'invio di vari carichi di iprite e arsine, per un totale stimato in oltre 60 tonnellate. Assieme con i gas, il regime fascista invio' anche circa 300mila maschere antigas, che dovevano servire per la protezione delle truppe falangiste. E da questa occasione sarebbe nata tra il dittatore spagnolo e quello italiano un'intesa segreta tra le due nazioni per scatenare un'eventuale guerra chimica nel continente.

E' quanto ha scoperto lo storico danese Morten Heiberg, professore all'Universita' di Copenaghen, conducendo una ricerca sui documenti inediti dell'archivio storico-diplomatico del ministero degli Esteri italiano a Roma, diretto dal professor Pietro Pastorelli. Il professor Heiberg illustrera' domani, mercoledi' 21 giugno, le novita' emerse dai suoi studi archivistici al convegno ''Il fascismo in un contesto internazionale'' in corso a Roma presso l'Accademia di Danimarca.

Il primo carico di iprite (10 tonnellate) parti' da Roma il 15 gennaio 1937, a cui ne segui' un altro (40 tonnellate) il 2 febbraio. Altri carichi di prodotti chimici giunsero in Spagna nei mesi immediatamente successivi. Franco aveva sollecitato l'invio delle armi chimiche italiane tramite il gerarca fascista Filippo Anfusso, durante la sua missione in Spagna, quando Mussolini era impegnato nell'obiettivo di stringere un'alleanza politico-militare con i falangisti. Per i carichi giunti in Spagna, il governo di Roma fu 'ricompensato' con la cifra di 65 milioni di lire dell'epoca. Secondo le ricerche di Heiberg, dalle carte dell'archivio della Farnesina risulterebbe l'esistenza anche di un piano congiunto tra Italia e Spagna per creare una forza militare congiunta ai fini di una possibile guerra chimica, nel caso in cui fosse scoppiato un conflitto in Europa o in Nord Africa. (segue)

(Sin-Xio/Gs/Adnkronos)