NOTIZIE FLASH: 3/A EDIZIONE (3) - L'INTERNO
NOTIZIE FLASH: 3/A EDIZIONE (3) - L'INTERNO

Roma. Il Cipe (Comitato interministeriale per la programmazione economica) ha deliberato un consistente pacchetto di finanziamenti (circa 12 mila miliardi di lire), di immediata attivazione, per interventi strutturali per lo sviluppo del Sud e per il potenziamento dei trasporti urbani e della Fs. Dopo aver illustrato le decisioni del Cipe, soprattutto quelle relative al rilancio del Mezzogiorno, il ministro del Tesoro, Visco, ha confermato anche che il fabbisogno nel mese di giugno sara' in linea con l'obiettivo dell'1,5 per cento fissato dal governo per fine anno.

Roma. ''Se la sinistra perde va all'opposizione per altri vent'anno e il centro si autonomizza e va per conto suo''. Lo ha detto il segretario dell'Udeur, Clemente Mastella, in un'intervista rilasciata all'Espresso e anticipata oggi alla stmpa. Mastella ha aggiunto: ''Io gliel'ho detto a Veltroni e ai suoi amici: se siete rassegnati, se mangiate la sconfitta, vi mando al diavolo, non sto con voi, faccio una cosa diversa diversa, ipotizzo un terzo polo, o un'altra diavoleria''. Poi definisce ''dicerie e menzogne'' le voci secondo le quali l'Udeur sarebbe ''in vendita al miglior offerente''.

Roma. Forza Italia detta le sue condizioni per la riforma elettorale. Il capogruppo al Senato, Enrico La Loggia, le sintetizza in cinque punti: la nuova legge deve riguardare anche il Senato, va eliminata la sfiducia costruttiva (che rende istituzionali i ribaltoni), deve essere introdotto un premio di maggioranza, vanno date garanzie per la rimodulazione dei collegi e, infine, va modificata l'attuale legge sulla par condicio.

Milano. Piazza Affari, che ha aperto in rialzo con uno +0,54 per cento, ha invertito la tendenza ed ha appesantito le perdite. Il Mibtel ha chiuso in flessione dello 0,75 per cento a quota 31329 e il Mib30 ha perso l'1,04 a 45951. La Borsa di Milano ha accentuato il ribasso dopo la partenza negativa di Wall Street, in particolare del Nasdaq. La nostra borsa e' risultata la piu' debole in Europa.

Roma. Il prezzo del greggio non sembra per ora risentire della decisione dell'Opec di aumentare dal primo luglio la produzione giornaliera di 708 mila barili. A Londra il contratto future sul brent, con consegna ad agosto, a meta' seduta e' quotato a 29,37 dollari al barile, 4 centesimi in piu' della chiusura di ieri. ''Stiamo valutando quello che accade -dicono gli operatori- il mercato sembra resistente. L'aumento deciso ieri potrebbe non essere sufficiente''. (segue)

(Sin-Inf/Zn/Adnkronos)