AMNISTIA: CASELLI, DECIDONO POLITICI MA C'E' SOVRAFFOLLAMENTO DETENUTI
AMNISTIA: CASELLI, DECIDONO POLITICI MA C'E' SOVRAFFOLLAMENTO DETENUTI
CIAMPI ED AMATO A FESTA POLIZIA PENITENZIARIA

Roma, 22 giu. - (Adnkronos) - ''Queste sono competenze eslcusivamente politiche e io non ho ruolo per esprimermi''. Il direttore del dipartimento dell'amministrazione penitenziaria Giancarlo Caselli preferisce non esprimersi in merito ai progetti relativi ad una possibile amnistia, ma sottolinea ''il dato drammatico del sovraffollamento carcerario, 15 mila presenze in piu' rispetto ai posti. Da questo dato bisogna partire -osserva a margine della celebrazione della Festa della polizia penitenziaria- e intorno ad esso bisogna ragionare. Nella carceri italiane ci sono detenuti effettivamente pericolosi, ma nella stragrande maggioranza dei casi si tratta di 'poveracci' bisogna chiedersi se per questi il carcere sia l'unica soluzione, l'extrema ratio''.

Caselli spende anche un elogio per l'opera quotidiana degli appartenenti alla polizia penitenziaria: ''E' stato calcolato che un'ora di lavoro della polizia penitenziaria vale 3-4 ore di lavoro di qualunque operatore nel campo dell'ordine pubblico. Un calcolo che fa capire quanto fatica, quanto sacrificio richiedano certi servizi di primaria importanza''. Alla celebrazione della Festa della polizia penitenziaria hanno preso parte il presidente della Repubblcia Carlo Azeglio Ciampi, il presidente del Consiglio Giuliano Amato. Presenti anche i vicepresidenti del Senato Domenico Fisichella ed Ersilia Salvato, il vicepresidente della Camera Alfredo Biondi, i ministri Piero Fassino ed Enzo Bianco, il procuratore nazionale antimafia Piero Luigi Vigna, il capo della polizia Gianni De Gennaro, il direttore della Dia Carlo Alfiero, il comandante generale dell'Arma dei Carabinieri gen. Sergio Siracusa, il comandante generale della Guardia di Finanza gen. Rolando Mosca Moschini, l'ordinario militare per l'Italia mons. Giuseppe Mani e il presidente della Roma Franco Sensi.

(Mac/Idb/Adnkronos)