LEGGE ELETTORALE: MACCANICO, FI? DISCUTIAMO MA POLO AVANZI TESTI
LEGGE ELETTORALE: MACCANICO, FI? DISCUTIAMO MA POLO AVANZI TESTI
DISPONIBILI AL CONFRONTO SUL PREMIO MA ORA FORMALIZZINO PROPOSTE

Roma, 22 giu. - (Adnkronos) - Il ministro per le Riforme Antonio Maccanico ed il sottosegretario Dario Franceschini, al termine della seduta della commissione Affari Costituzionali del Senato sulla riforma elettorale, invitano a tenere aperto il dialogo assicurando la ''disponibilita' al confronto'' sul premio di maggioranza e le altre richieste di Fi, invitando pero' il centrodestra a mettere nero su bianco le loro richieste. ''Se il problema e' davvero il premio -dice Franceschini- noi abbiamo sempre detto che se ne puo' discutere. E' pero' necessario che ora qualche proposta venga anche da loro''.

''Alcune proposte -fa eco Maccanico invitando a tenere aperto il dialogo- oggi le hanno fatte. Ma bisogna anche che le formulino, sempreche' siano compatibili con il testo del ddl. Siamo ancora solo all'inizio. Quello che a me sembra importante e' che sembra esserci la consapevolezza che la riforma e' necessaria. La discussione e' ancora aperta, il treno e' comunque partito. Ogni proposta potra' essere valutata nel corso della discussione''.

In questo senso, il ministro rinnova la disponibilita' del centrosinistra a misurarsi sulla richiesta di inserire il premio di maggioranza. ''Il testo dell'accordo di maggioranza -ricorda- ha detto fin dall'inizio che non si trattava di una proposta blindata: valuteremo le proposte che su questo saranno avanzate''. Piu' prudente, invee, Maccanico si mostra sulla richiesta di mettere da parte la sfiducia costruttiva. ''Vedremo -taglia corto- quando la esamineremo: ricordo che questa questione va in discussione alla Camera, non qui dove ci si confronta sulla legge elettorale''.

(Tor/Pn/Adnkronos)