RAI: ZACCARIA, NON ABBIAMO PUNITO NESSUNO
RAI: ZACCARIA, NON ABBIAMO PUNITO NESSUNO

Roma, 22 giu. - (Adnkronos) - ''Non abbiamo punito nessuno. Abbiamo tenuto i direttori due anni e hanno fatto benissimo. Ma abbiamo verificato degli scricchiolii e siamo intervenuti''. Cosi' il presidente della Rai, Roberto Zaccaria, ha risposto alla commissione di Vigilanza Rai che l'ha convocato per avere chiarimenti sulle ultime nomine di viale Mazzini. I nuovi incarichi sono stati assegnati per assicurare ''innovazione, credibilita' e autorevolezza del Tg1, collaborazione tra rete e testata e per dare una risposta industriale alla concorrenza'', ha spiegato Zaccaria nel corso della lunga audizione davanti alla Vigilanza.

Il numero uno di viale Mazzini ha rivendicato ''all'azienda la possibilita' di fare scelte di opportunita' aziendale. Un editore puo' sempre cercare soluzioni per migliorare, per avere maggiore innovazione. Ma questo -ha detto Zaccaria- non significa che l'innovazione non ci fosse. Borrelli e Sacca' sono grandi professionisti. Noi dobbiamo avere una maggiore autorevolezza, ma non che prima non l'avessimo''.

Insomma, ''non c'e' ragione punitiva nelle nomine ma c'e' la logica dell'avvicendamento che e' naturale in un'azienda e che non deve aspettare che una rete vada in crisi'', ha spiegato Zaccaria sottolineando anche, sollecitato dalle domande dei commissari, ''che Botteghe Oscure non c'entra con le nomine mancate perche' ogni nomina deve rispondere ad un criterio di progettualita'''. (segue)

(Gmg/Zn/Adnkronos)