STRAGI: DS, RELAZIONE RACCONTA FATTI PER NON DIMENTICARE
STRAGI: DS, RELAZIONE RACCONTA FATTI PER NON DIMENTICARE
BIELLI, NON ABBIAMO PARLATO DEL MACERATINI CAPOGRUPPO AN AL SENATO...

Roma, 22 giu. - (Adnkronos) - La commissione Stragi e' nata ''con il consenso di tutti per indagare sui fatti terribili che hanno segnato una parte della storia italiana del dopoguerra''. La relazione dei commissari Ds ''non rivela nessuna novita' sconvolgente: indica una responsabilita' peraltro nota, dell'estremismo di destra, degli apparati deviati, delle coperture politiche. Riordina i dati e le informazioni fino al 1974, agli atti della commissione. Non pretende di essere verita' rivelata''. Lo precisa il capogruppo dei Ds in commissione Valter Bielli, dopo le aspre polemiche seguite alla diffusione della relazione dei commissari della Quercia.

''Ma con questi eventi tragici bisogna fare i conti -aggiunge subito dopo Bielli -chiudendo cosi' definitivamente un capitolo oscuro. Un'opera importante per noi e per le generazioni future. Per questo e' stata istituita la commissione. La memoria non deve essere dispersa. Noi parliamo del passato, come abbiamo chiaramente oggi nel corso della presentazione pubblica della relazione. Non abbiamo inteso esprimere valutazioni sui protagonisti della vicenda politica di oggi, come il senatore Maceratini capogruppo di An al Senato''.

''La relazione valorizza piuttosto l'azione della maggioranza del nostro Paese, dentro e fuori le istituzioni -conclude Bielli- azione che ha portato alla vittoria della democrazia. Evitiamo strumentalizzazioni e polemiche fuori misura''.

(Pol-Red/Pn/Adnkronos)