STRAGI: LEONI, DA DESTRA NON CONDANNE MA REAZIONI SCOMPOSTE
STRAGI: LEONI, DA DESTRA NON CONDANNE MA REAZIONI SCOMPOSTE
VOGLIONO CHIUDERE GLI OCCHI E RIFIUTANO CONFRONTO CON STORIA

Roma, 22 giu. - (Adnkronos) - Anziche' reagire in modo scomposto la destra dovrebbe pronunciare parole di condanna sui lunghi anni della strategia della tensione. E' questa la sintesi delle considerazioni di Carlo Leoni, responsabile Giustizia della segreteria dei Ds. ''La reazione nervosa degli esponenti della destra -commenta- e' tipica di chi vuole chiudere gli occhi e rifiutare il confronto sulla storia del nostro paese. La relazione non e' il frutto di una ricostruzione arbitraria ma dei risultati degli atti processuali noti ormai da tempo''.

''Piuttosto che reagire in modo scomposto, gli esponenti della destra dovrebbero pronunciare parole di condanna inequivoche sul periodo dell'eversione nera. D'altra parte la facilita' con la quale, anche nelle ultime elezioni regionali, hanno imbarcato il partito di Pino Rauti nella cosidetta Casa delle Liberta' e' la dimostrazione di una grande ambiguita' che purtroppo permane. Noi vogliamo una democrazia compiuta e bipolare nella quale ci si confronti da avversari e non piu' da nemici. Per raggiungere questo scopo -conclude Leoni- e' necessario non la ricostruzione storica ma la trasparente ricostruzione della verita'''.

(Pol-Ruf/Zn/Adnkronos)