STRAGI: PRI, RELAZIONE DEI DS O DI MAOISTI ANNI '70?
STRAGI: PRI, RELAZIONE DEI DS O DI MAOISTI ANNI '70?
NON CONDIVIDIAMO QUEI GIUDIZI SULLA STORIA DAL DOPOGUERRA AL '74

Roma, 22 giu. (Adnkronos) - ''La corposa relazione curata dal gruppo dei Ds in commissione stragi e dedicata alla strategia della tensione nel nostro Paese dal dopoguerra al '74 contiene giudizi sulla storia del nostro Paese che non condividiamo in nessuna maniera e che ci sembrano andare al di la' di ogni possibile ricostruzione dei fatti''. E' quanto si legge in una nota della Voce repubblicana.

''Non si puo' in nessuna maniera tollerare -aggiunge il giornale del Pri- una tesi che sostenga, come fa relazione, che a partire del '43 ebbe inizio 'la guerra americana all'Italia, alla quale verra' impedito con ogni mezzo di decidere autonomamente da chi farsi governare'. E' qualcosa di incredibile, degno forse dell'elaborazione di un gruppuscolo maoista degli anni '70, ma non del gruppo dei Ds''.

Per l'organo del Pri, inoltre, ''vi e' e' un vuoto inquietante. Cosa succede dal '74 in poi nel nostro Paese? Come si spiega il terrorismo brigatista e comunista in Italia su questa base di considerazioni? Anche Renato Curcio e' un agente degli Usa o cosa? E il ruolo dell'Urss quale e' stato? Quello che ha portato a sostenere l'onorevole Cossutta che il Kgb aiutava la democrazia italiana minacciata dall'imperialismo americano? Ed e' questa la ricostruzione della storia italiana dei nostri amici dei Ds? Non scherziamo''.

(Pol-Red/Pe/Adnkronos)