GOLF: ATZORI, NO A NUOVI CAMPI CHE TOLGONO ACQUA ALLA SARDEGNA
GOLF: ATZORI, NO A NUOVI CAMPI CHE TOLGONO ACQUA ALLA SARDEGNA
UN CAMPO CONSUMA COME 8000 ABITANTI

Roma, 11 lug. - (Adnkronos) - I campi da golf tolgono l'acqua alla Sardegna. A denunciarlo e' Andrea Atzori del Global antigolf movement (movimento internazionale contro la costruzione di nuovi campi da golf). ''Ogni campo da golf di medie dimensioni (18 buche) -dice Atzori- consuma in estate 2000 metri cubi d'acqua al giorno, l'equivalente del consumo di una popolazione di 8000 abitanti''. Davanti a questa situazione, continua la nota del Global antigolf movement, la Regione Sardegna ''da un lato ha chiesto la dichiarazione dello stato di calamita' naturale per siccita', mentre dall'altro, insieme agli enti locali, continua ad approvare la realizzazione di nuovi campi da golf''.

In Sardegna ci sono gia' sette campi da golf, ma la Regione con gli altri enti locali punta a realizzarne altri sette. ''Mentre le nostre citta' hanno l'acqua razionata per una decina di ore al giorno -continua Atzori- i nostri campi e le nostre colture muoiono per mancanza d'acqua, una minoranza di persone, per lo piu' straniere, usano per scopo ludico l'acqua dei nostri consorzi di bonifica, delle nostre dighe e acquedotti e dei nostri pozzi''. Il Movimento, quindi, chiede al ministro dell'Agricoltura, Alfonso Pecoraro Scanio, ''di condizionare l'emanazione del decreto dello stato di calamita' all'accettazione da parte della Regione Sardegna di una moratoria di 10 anni nella costruzione di nuovi campi da golf''.

(Stg/Idb/Adnkronos)