COSA NERA: NASCE A OTTOBRE PARTITO UNICO A DESTRA DI AN
COSA NERA: NASCE A OTTOBRE PARTITO UNICO A DESTRA DI AN
IL VIA LIBERA DA UNA RIUNIONE IERI SERA CON RAUTI E TILGHER

Roma, 19 lug. - (Adnkronos) - Nascera' entro ottobre la 'cosa nera', il 'partito unico' a destra di An. La situazione, in stand-by per diversi mesi, si e' di fatto sbloccata ieri sera alla fine di una riunione tra le delegazioni del Fronte Nazionale e del Movimento Sociale-Fiamma Tricolore. Per tre ore, nella sede della Fiamma, si sono confrontati Stefano Menicacci, Adriano Tilgher e Stefano Delle Chiaie per il Fronte Nazionale e Pino Rauti, Claudio Pescatore e Giancarlo Cartocci per la Fiamma Tricolore. Poi, il 'via libera' alla fusione.

Mercoledi' prossimo si terra' una nuova riunione, per cominciare ad entrare nel cuore dei problemi. Molte le domande a cui si dovra' rispondere. A cominciare da quali passaggi legali e statutari bisognera' intraprendere per la nascita del nuovo partito. Ad esempio: per la Fiamma l'ultima parola sulla fusione spettera' al congresso che si terra' a Chianciano dal 29 settembre al 1 ottobre. Anche il Fronte Nazionale dovra' indire un congresso negli stessi giorni? Oppure bastera' la decisione dei suoi dirigenti? E se si terra' un congresso anche del Fn, subito dopo si avviera' un congresso costituente del nuovo partito oppure la parola continuera' a restare nelle mani delle delegazioni di vertice dei due movimenti?

Oltre a questi nodi, la riunione di mercoledi' prossimo dovra' scioglierne altri due: quale nome e simbolo fornire alla nuova formazione politica e da quale leader farla guidare. Su quest'ultimo punto l'idea prevalente sembra essere quella di una 'segreteria collegiale' formata da quattro persone: due provenienti dalla Fiamma e due dal Fronte Nazionale. Dopo la nascita del nuovo partito, il dibattito si spostera' sulle prossime elezioni e sui rapporti da stringere con il Polo. Tre le linee che si confronteranno: quella dei fautori di un rapporto organico con il centro-destra, quella di chi preferirebbe una desistenza e quella, invece, di chi non vorrebbe avere alcun tipo di rapporto con la 'Casa delle Liberta'.

(Rao/Idb/Adnkronos)