CINEMA: BENIGNI, SPIELBERG 'BURATTINAIO' DI 'PINOCCHIO'?
CINEMA: BENIGNI, SPIELBERG 'BURATTINAIO' DI 'PINOCCHIO'?

Roma, 27 lug. - (Adnkronos) - E se fosse Steven Spielberg il 'burattinaio' di 'Pinocchio'? Sciolto il dubbio sul suo nuovo impegno post-Oscar, Roberto Benigni deve adesso fare i conti con il fatto che, dopo 'La vita e' bella', un suo film e' un affare mondiale cui anche Hollywood guarda con interesse. Da qui potrebbe nascere la decisione di coinvolgere in qualche modo Spielberg, grande avversario di Benigni nella corsa all'Oscar di due anni fa, nel progetto di 'Pinocchio', magari in fase di distribuzione internazionale piu' che di produzione vera e propria.

'La vita e' bella' era stata spinta verso l'Oscar dalla determinazione dei fratelli Weinstein e della loro Miramax, che distribuiva il film America. E con i Weinstein Benigni e' rimasto in ottimi rapporti. Pero', proprio in occasione degli Oscar, quando a 'La vita e' bella' era contrapposto 'Salvate il soldato Ryan', nacque una amicizia sincera tra Benigni e Spielberg. Risale a poco tempo fa una visita lampo dell'autore americano a Roma culminata con una cena a quattro, con rispettive signore, in un ristorante del centro storico. Che si sia parlato proprio di 'Pinocchio'? Certo e' che la 'Dreamworks' di Spielberg assicurerebbe tutto il supporto che il film di un premio Oscar come Benigni merita. Ma anche per questo bisognera' aspettare: ''Non so ancora come lo faro''', ha detto solo ieri Benigni annunciando il suo nuovo lavoro. (segue)

(Neo/Idb/Adnkronos)