CLONAZIONE: FRANCESCATO, SI STA ANDANDO TROPPO IN FRETTA
CLONAZIONE: FRANCESCATO, SI STA ANDANDO TROPPO IN FRETTA
ALLA COALIZIONE PORREMMO IL PROBLEMA DI UNA MORATORIA

Roma, 24 ago. (Adnkronos) - ''Sulla clonazione si sta andando troppo in fretta senza una normativa internazionale adeguata e senza averne valutato le implicazioni etiche, scientifiche ed economiche''. Grazia Francescato, leader dei Verdi e' appena tornata da una full immersion fra la natura in Finlandia. A Roma ha trovato un clima rovente e il si' scottante di Clinton all'uso di embrioni umani per produrre organi 'coltivati'. Un via libera che la lascia perplessa ''anche se noi Verdi non siamo contrari alle manipolazioni genetiche per scopi medici e farmaceutici e se si tratta di esclusiva riproduzione di organi potremmo essere anche daccordo. Si apre pero' un problema etico enorme e cioe' se sia giusto o meno utilizzare gli embrioni umani'' spiega in un'intervista all'Adnkronos.

Il problema etico non puo' essere ignorato: ''vale per i cattolici ma vale anche per un laico'' sottolinea Francescato. Esiste poi un nodo scientifico: ''se si comincia con il commercio della vita dove si finisce? E chi regola questo business? chi decide? Sono problemi enormi che richiedono una riflessione attenta e approfondita. Come Verdi abbiamo deciso di promuovere una giornata di riflessione ma credo che serva un'intera stagione di approfondimento collettiva'' incalza.

''Capisco l'entusiasmo del mondo della scienza, ma una cosa e' la ricerca altra le sue applicazioni. La scienza -prosegue- non puo' prescindere dall'etica e l'uomo non puo' diventare il ricettacolo passivo di una scienza che galoppa. Il problema va posto e noi lo porremo alla coalizione, ai politici e al paese: siamo davanti a una svolta epocale per le nostre vite. Quando si apre la porta dell'utilizzo e della trasformazione della vita in merce non si sa dove ci si ferma, si apre un inquietante cammino. Prima di imboccarlo occorre una riflessione piu' che attenta'' conclude.

(CCr/Pe/Adnkronos)