CONTROESODO: APPELLO DI NESI, ANDATE PIANO E RISPETTATE LE REGOLE (2)
CONTROESODO: APPELLO DI NESI, ANDATE PIANO E RISPETTATE LE REGOLE (2)
IN FUTURO PATENTE COME PORTO D'ARMI, SENZA CINTURE NIENTE RIMBORSI

(Adnkronos) - Ma le intenzioni del governo per limitare la piaga dell'incidentalita' stradale (l'obiettivo e' la riduzione del 40% di morti al 2010) non si fermano all'arresto dei ''bulli''. Nesi indica anche altre due strade per educare l'indisciplinato automobilista. La prima e' rendere l'ottenimento della patente ''difficile come quello del porto d'armi: in un paese lassista come il nostro, dove la liberta' si confonde con la licenza -dice il ministro- e' assolutamente necessario un aggravio delle condizioni per avere la patente. C'e', me ne rendo conto, un problema delle scuole guida, che dovranno essere sorvegliate piu' severamente''.

Seconda linea che il governo valutera': studiare una norma che consenta alle assicurazioni di non liquidare i danni provocati da chi, al momento dell'incidente, non aveva indossato le cinture di sicurezza. Un incentivo ''economico'', osserva il ministro, che ''potrebbe essere efficace. Ma ne devo prima parlare con le compagnie assicuratrici''. In sostanza, la mancanza di cinture portebbe essere valutata alla stessa stregua delle gomme lisce o dei fari rotti: la vettura non sarebbe, come si dice in gergo, in ordine di marcia e quindi non risponderebbe ai requisiti di sicurezza necessari, determinando la colpa del guidatore. (segue)

(Pab/Idb/Adnkronos)