PEDOFILIA: MONS.RIBOLDI SU LISTE, NO ALLA GHIGLIOTTINA IN PIAZZA
PEDOFILIA: MONS.RIBOLDI SU LISTE, NO ALLA GHIGLIOTTINA IN PIAZZA

Roma, 24 ago. -(Adnkronos)- Pubblicare le liste dei pedofili ''comporta un rischio enorme, quello del linciaggio del colpevole dato in pasto all'opinione pubblica. Neanche chi si e' macchiato di delitti cosi' turpi merita la ghigliottina in piazza. Si deve cercare di recuperare queste persone, farle uscire definitivamente dal tunnel, magari sorvegliandole dopo che sono uscite dal carcere per evitare che commettano altri reati''. Monsignor Antonio Riboldi, vescovo emerito di Acerra da sempre impegnato contro l'illegalita' e l'emarginazione, non approva la decisione di diffondere sulla stampa i nomi delle persone che hanno ricevuto condanne definitive per delitti di pedofilia.

''Il bando pubblico -dice all'Adnkronos Riboldi- puo' innescare una sorta di gogna infinita: oggi i pedofili sul giornale, domani i rapinatori, poi altre categorie di responsabili e cosi' via, all'infinito. Io ricordo sempre -continua monsignor Riboldi- che Gesu' perdono' l'adultera che stava per essere lapidata in piazza''.

(Mac/Gs/Adnkronos)