BENZINA: GROS PIETRO, PRONTI A 'TAVOLO' ANTIMONOPOLIO CON GOVERNO (2)
BENZINA: GROS PIETRO, PRONTI A 'TAVOLO' ANTIMONOPOLIO CON GOVERNO (2)

(Adnkronos) - Per il presidente Eni ''Il gap dei prezzo della benzina rispetto ad altri paesi europei non e' addebitabile a cartelli, ma a problemi strutturali che vanno risolti coinvolgendo tutti, Governo e gestori compresi''.

''Il governo -prosegue Gros Pietro- fa bene ad agire sulla leva fiscale, una mossa che viene presa ad esempio anche da altri paesi europei, ma aprire la rete ai supermarcket, come prospettato dall'esecutivo, non e' la strada giusta. I supermarket scaricherebbero su altri prodotti gli eventuali sconti applicati alla benzina, inoltre servirebbero tanti supermarket in concorrenza e non e' il caso del nostro paese''.

''Servono invece interventi strutturali e l'Eni -ribadisce il suo presidente- e' pronta a fare la sua parte intervenendo sulle raffinerie e tagliando i punti vendita. La struttura della rete e' ormai obsoleta fatta di troppi distributori e troppo piccoli. E serve semmai liberalizzare gli orari di apertura dei distributori ed ampliare la gamma dei prodotti di vendita''.

Quanto a possibili nuove alleanze per il cane a sei zampe: ''ogni mese, risponde Gros Pietro- escono nomi nuovi.. ma le assicuro che per noi contano molto di piu' le scoperte di nuovi giacimenti. Non siamo contrari a partership o fusioni a patto che ci garantiscano aumenti della produzione e ritorni economici. Ed il Tesoro, azionista di riferimento, nel corso dell'ultima assemblea, ha condiviso ed elogiato il nostro operato''.

(Red-Bdp/Gs/Adnkronos)