LIBANO: PATTO JUMBLATT-GEMAYEL ALLA VIGILIA DEL VOTO (2)
LIBANO: PATTO JUMBLATT-GEMAYEL ALLA VIGILIA DEL VOTO (2)

(Adnkronos)- Negli ultimi giorni Jumblatt ha piu' volte criticato la Siria, accusandola di voler interferire nelle elezioni parlamentari che si terranno domani nel nord del paese e il tre settembre nel sud. ''Speriamo di avere elezioni libere, ma sfortunatamente non sara' cosi' -ha dichiarato due giorni fa in una intervista all'Adnkronos- troppe sono le interferenze delle agenzie di stato libanese, dell'esercito, delle autorita' e sfortunatamente anche dei servizi segreti siriani''. ''Non voglio dichiarare guerra alla Siria- ha dichiarato ieri- ma voglio relazioni equilibrate fra Libano e Siria''. Il leader druso si e' anche riavvicinato ad un'altra formazione della destra cristiana, il Partito del Blocco Nazionale.

La campagna elettorale libanese e' stata segnata da numerosi episodi di violenza fra fazioni politiche, attentati dinamitardi e auto bruciate nelle strade. All'interno della comunita' musulmana sunnita e' in corso una lotta per l'egemonia fra l'attuale primo ministro Selim Hoss e il suo ex vice Rafik Hariri. Entrambi puntano a dirigere il prossimo governo e la vittoria, secondo molti osservatori, non sara' decisa solo dal voto, ma anche dalla Siria. (segue)

(Civ/Pe/Adnkronos)