LIBANO: PATTO JUMBLATT-GEMAYEL ALLA VIGILIA DEL VOTO
LIBANO: PATTO JUMBLATT-GEMAYEL ALLA VIGILIA DEL VOTO
ALLEANZA ANTI SIRIANA FRA EX NEMICI DELLA GUERRA CIVILE

Beirut, 26 ago. (Adnkronos/Dpa)- Alleanza in chiave anti siriana per i due irriducibili nemici della guerra civile libanese, alla vigilia delle elezioni di domani. Il leader druso Walid Jumblatt e l'ex presidente cristiano Amin Gemayel hanno annunciato oggi di aver stretto un patto di alleanza per lavorare ad ''un Libano indipendente e alla costruzione di rapporti equilibrati con gli altri paesi arabi''. L'accordo e' stato firmato nella residenza di Jumblatt, nel villaggio di Moukhtara.

Durante la guerra civile libanese (1975-1990) le milizie druse del Partito Progressista Socialista di Jumblatt e quelle di destra del Partito Cristiano della Falange di Gemayel si sono pesantemente scontrate piu' volte. Con l'avvento dei siriani, Gemayel ha scelto di esiliarsi a Parigi ed e' tornato in patria solo un mese fa.

A cambiare la situazione in Libano e' stato il ritiro israeliano dal sud del paese il 24 maggio, seguito dalla morte del presidente siriano Hafez Assad il 10 giugno. La presenza militare israeliana giustificava in qualche modo quella siriana che mantiene 35mila soldati in Libano ed esercita di fatto un protettorato sul paese dalla fine della guerra civile. (segue)

(Civ/Pe/Adnkronos)