SVIZZERA: CRIMINALITA' PIU' PERICOLOSA DELL'ULTRADESTRA
SVIZZERA: CRIMINALITA' PIU' PERICOLOSA DELL'ULTRADESTRA

Berna, 26 ago. - (Adnkronos/Ats) - Il procuratore federale Valentin Roschacher ritiene che la maggiore minaccia per la Svizzera rimane la criminalit? organizzata e non l'estremismo di destra attualmente in crescita. Inoltre per combattere il fenomeno neonazista non c'? bisogno di piu' personale.

Paragonato alla criminalita' organizzata l'estremismo di destra e' ''uno scenario abbastanza stupido, con molti simpatizzanti immaturi e sbraitoni'', in cui affluiscono sempre piu' minorenni hooligans del calcio, ha detto Roschacher in un intervista pubblicata oggi dal ''Bund''.

Gravi delitti di criminalita' economica, come il riciclaggio di denaro sporco, sono invece compiuti da specialisti intelligenti e avvengono in modo praticamente invisibile, percio' questi crimini costituiscono un grosso pericolo. Il procuratore della Confederazione pensa che per la complessa lotta al crimine organizzato occorra molto piu' personale mentre per contrastare gli ambienti dell'estrema destra basta essenzialmente quello gia' a disposizione.

Gli estremisti di destra sono in aumento, si mostrano sempre piu' in pubblico e i loro atti di violenza si moltiplicano ma Roschacher ha messo in guardia i mass media a non esagerare nel drammatizzare perche' cio' non fa altro che dare maggiore rilevo e udienza ai neozisti e agli altri estremisti. Un inasprimento delle leggi - sottolinea - e' in fondo una questione politica e sociale. ''Fondamentalmente sono contrario a cominciare a intervenire contro tutti senza interessarsi delle basi legali'', ha chiarito.

(Ses/Idb/Adnkronos)