USA 2000: BUSH PROMETTE UNA NUOVA ERA CON AMERICA LATINA
USA 2000: BUSH PROMETTE UNA NUOVA ERA CON AMERICA LATINA
INCONTRO A DALLAS CON PRESIDENTE MESSICANO FOX

Dallas, 26 ago. (Adnkronos) - Giusto preoccuparsi del Kosovo, ma ci sono piu' profughi in Colombia. E di loro gli Stati Uniti del futuro ''che guardano al sud come un impegno principale'' si occuperanno di piu'. Parola di George W. Bush, candidato repubblicano alla Casa Bianca e governatore del Texas, stato fortemente ''ispanico'', che ha scelto un altro stato proiettato verso il Sud, la Florida, per lanciare la sua nuova dottrina sull'America Latina ed accusare l'amministrazione democratica di non avere una ''strategia'' nella regione.

''Il nostro futuro non puo' essere separato da quello dell'America Latina - ha detto Bush parlando all'International university di Miami - Se diventero' presidente, guardero' al sud come ad un impegno fondamentale, e non come ad un secondo pensiero. Chi ignora l'America Latina non puo' comprendere veramente l'America e chi non guarda al nostro emisfero non comprende a pieno gli interessi americani''.

Bush, che a completare la sua giornata rivolta all'America Latina ha poi incontrato a Dallas Vincente Fox il neoeletto presidente del Messico, ha fatto poi esempi concreti della necessita' che Washington riconsideri le priorita' strategiche. ''Il nostro paese ha fatto bene a preoccuparsi del Kosovo, ma ci sono piu' profughi in Colombia. L'America ha ragione a preoccuparsi del Kuwait, ma la maggior parte del nostro petrolio viene dal Venezuela. Facciamo bene ad accogliere gli accordi commerciali con la Cina, ma esportiamo quasi la stessa quantita' in Brasile''. (segue)

(Ses-Nut/Pe/Adnkronos)