ARTISTI: E' MORTA LA PITTRICE BONA DE MANDIARGUES, NIPOTE DI DE PISIS
ARTISTI: E' MORTA LA PITTRICE BONA DE MANDIARGUES, NIPOTE DI DE PISIS
ERA LA PIU' NOTA ESPONENTE DEL SURREALISMO AL FEMMINILE

Parigi, 30 ago. (Adnkronos) - Bona de Mandiargues, l'artista piu' nota del secondo surrealismo, e' morta a Parigi, stroncata da un cancro, all'eta' di 83 anni. Lo ha annunciato un portavoce della famiglia, precisando che il decesso e' avvenuto venerdi' scorso. Nata il 12 settembre 1926 a Roma, Bona Tibertelli era la nipote del pittore Filippo de Pisis e moglie dello scrittore francese Andre' Pieyre de Mandiargues. Assai influenzata dallo stile metafisico dello zio, comincio' a dipingere durante la seconda guerra, dopo aver frequentato l'Istituto d'Arte di Modena. Considerata il maggior talento femminile della seconda stagione del surrealismo, comincio' ad esporre le sue opere in Italia e a Parigi all'inizio degli anni Cinquanta. Al tempo del suo primo soggiorno nella capitale francese in compagnia di Filippo de Pisis, Bona conobbe Andre' de Mandiargues, che sposato nel 1950 e dal quale si separo' nel 1959, per poi risposarlo nel 1967.

Dopo il 1958, in seguito a un viaggio in Messico, Bona comincio' a realizzare quadri con frammenti di tessuto. Negli anni Ottanta inizio' invece a fare la ritrattista. Conquistato il titolo di ''pittrice dell'impossibile'' da parte della critica, per la sua ricerca metafisica, l'artista era stimata anche nell'ambiente letterario internazionale conosciuto attraverso Andre' de Mandiargues. Hanno scritto con toni lusinghieri di lei il poeta Giuseppe Ungaretti, lo scrittore Italo Calvino e lo scrittore messicano Octavio Paz. La ''femme surrealiste'', come recita il titolo di una biografia a lei dedicata nel 1977, e' stata anche traduttrice dall'italiano e scrittrice, oltre che autrice di testi teatrali. La sua avventurosa storia personale e' stata da lei raccontata nell'autobiografia ''Bonaventure'', pubblicata in Francia dall'editore Stock nel 1977.

(Sin-Xio/Pe/Adnkronos)