RAIDUE: 'GREED', UN MILIARDO IN PALIO PER IL PIU' SCALTRO
RAIDUE: 'GREED', UN MILIARDO IN PALIO PER IL PIU' SCALTRO

Roma, 13 set. (Adnkronos) - Cinque concorrenti, otto domande, un miliardo in palio. Per vincere, e' ammesso (quasi) tutto: eliminare un concorrente appropriandosi dei suoi soldi, sostituirsi al compagno-capitano per dare la risposta giusta, cambiare la risposta degli altri componenti ma anche ritirarsi portando a casa quanto accumulato sino a quel momento. Questo e' 'Greed', ''un gioco un po' cattivo in cui ci si massacra per i soldi, esattamente come avviene nella realta' dove la cupidigia e' presente tutti i giorni'', come dice Luca Barbareschi che condurra' questo nuovo format di Raidue in onda, a partire da lunedi', alle 20 e fino al Tg2 in attesa di approdare anche alla domenica in prima serata.

'Greed' (avidita') e' un format americano della Pearson Television. I cinque concorrenti, tra i quali si sceglie un capitano, devono rispondere a ritmo serrato a otto domande di argomenti vari e di difficolta' crescente. Partendo da 10 milioni, i concorrenti accumulano ad ogni domanda una somma che li portera' alla fine a vincere un miliardo. Chi sbaglia viene subito eliminato. '''Greed' e' specchio della realta' -spiega Carlo Freccero, direttore di Raidue- e' un gioco basato su un meccanismo a orologeria. Per guidarlo, ci voleva o il Papa dei quiz, Mike Bongiorno, o qualcuno di totalmente diverso capace di dare al gioco un valore aggiunto''. (segue)

(Gmg/Pe/Adnkronos)