TEATRO: LA MORICONI AL PICCOLO ELISEO DI ROMA (3)
TEATRO: LA MORICONI AL PICCOLO ELISEO DI ROMA (3)

(Adnkronos) - ''Diario di Eva'' (1905) e' una delle ultime opere di Mark Twain. Lo spettacolo che ha debuttato al Festival di Benevento 1998 e' entrato anch'esso nel repertorio di Valeria Moriconi. L'approccio al personaggio di Eva e al suo paradiso e' del tutto originale, in sintonia con lo spirito avventuroso e ironico che caratterizza lo scrittore americano, ma anche con una sensibilita' che anticipa temi (il rapporto tra i sessi, tra gli esseri umani, l'ambiente, gli animali) dei nostri giorni.

Eva non e' rappresentata come l'antenata di tutti i viventi, ma come il primo essere che scopre il mondo. Per questo Eva da' un nome a tutte le cose: cielo, stelle, luna, animali, piante, fuoco, cenere, e anche all'altro essere, quello che piu' le somiglia, Adamo. Tutti trovano il loro giusto nome, e sembrano cosi' venire alla luce non grazie alla potenza dell'Essere Supremo, ma grazie allo sguardo e alla voce della protagonista.

Eva non e' solo la prima donna del mondo, ma anche la prima a raccontarlo, ed e' anche la prima ''attrice'', perche' attraverso la sua voce ci descrive e ci fa scoprire, attraverso una rivisitazione insolita, comica e irridente il mondo e i suoi abitanti, con i loro lati buffi e contraddittori.

(Red/Gs/Adnkronos)