TRECCANI: RISCOPRE LE VIRTU' MISTICHE DEL VINO CON GRANDE CONVEGNO
TRECCANI: RISCOPRE LE VIRTU' MISTICHE DEL VINO CON GRANDE CONVEGNO
IL NETTARE D'UVA NELLE RELIGIONI ALL'ESAME DI FILOSOFI E STORICI

Roma, 18 ott. - (Adnkronos) - ''Vino, mistero divino'' e' l'argomento, affascinante e carico di significati storici, al centro del convegno internazionale promosso dall'Istituto Treccani, dall'Enoteca Italiana e dalla ''Civilta' Cattolica'', in programma venerdi' 20 e sabato 21 ottobre a Roma presso le sedi dell'Enciclopedia Italiana e della rivista della Compagnia di Gesu'. L'assise prevede una serie di relazioni di carattere storico-culturale e storico-religioso, che consentiranno di ricostruire la lunga storia del vino come simbolo spirituale e pratica cultuale, attraverso le grandi religioni politeiste (dai Greci ai Romani, passando per gli Etruschi) e monoteiste (ebraismo, cristianesimo e islamismo) del Mediterraneo e delle civilta' orientali e americane. In particolare verra' preso in considerazione l'uso del vino nei culti religiosi dell'Antica Grecia, presso gli Ebrei e nelle religioni dell'Iran e dell'Asia centrale, fino ad arrivare allo studio del suo valore nel Nuovo Testamento e nella liturgia cristiana, dove rappresenta il sangue di Cristo.

Il convegno prendera' avvio venerdi' 20 nella Sala Igea dell'Istituto Treccani con l'intervento del ministro per le Politiche agricole Alfonso Pecoraro Scanio, a cui seguira' la relazione di Francesco Paolo Casavola, presidente dell'Istituto dell'Enciclopedia Italiana. Tocchera' poi a Flavio Tattarini, presidente dell'Enoteca Italiana, e quindi a padre Giovanni Marchesi, scrittore del collegio dei redattori della ''Civilta' Cattolica''. Il filosofo Tullio Gregory, direttore dell'Appendice 2000 della Grande Treccani, avra' il compito di illustrare le varie simbologie che il vino ha assunto nei vari contesti storici.

Nel corso della due giorni sono previste le relazioni di storici, filosofi ed enologi italiani e stranieri, tra i quali Marcel Detienne, Bernardo Bernardi, Angela Vicini, Giorgio Stabile, Paolo Massobrio, Horacio Simian-Yofre, Paul Tombeur. Al termine di ciascuna giornata dei lavori e' prevista una selezione di vini da messa, italiani ed internazionali. (segue)

(Sin-Xio/Pn/Adnkronos)